Viene lasciato dalla fidanzata e per vendetta tenta di bruciarle l'auto

E' successo a Paternò. L'uomo, di 50 anni, è stato arrestato dai carabinieri e si trova nel carcere di piazza Lanza

Non accettava la fine della relazione e ha bruciato l'auto della sua ex. E' successo a Paternò e l'autore del folle gesto è un 50enne del posto accusato di incendio di autovettura,furto e danneggiamento aggravati.

L'uomo è stato arrestato dai carabinieri di Paternò che hanno ricostruito la vicenda. La compagna, una donna di 38 anni, aveva posto fine alla convivenza per via del suo carattere prevaricatore. Lui per tutta risposta, la scorsa notte, ha organizzato un vero e proprio raid contro la ex. Individuata l’auto della donna, una Citroen C3 parcheggiata in piazza Carlo Aberto, ne ha danneggiato alcune parti (ha letteralmente sradicato come “trofei di guerra”: gli specchietti retrovisori, i tergicristalli e le targhe) per poi bucarne il serbatoio del carburante, raccogliendo dentro una bottiglia la benzina e cospargerla su tutta la carrozzeria.

Era già oronto a dar fuoco a tutto, col pericolo di far propagare l’incendio alla vicine abitazioni, quando è stato bloccato in tempo dai militari di pattuglia, intervenuti sul posto grazie alla provvidenziale richiesta d’aiuto formulata da un passante alla centrale operativa.

Adesso si trova nel carcere di piazza Lanza a Catania.

Potrebbe interessarti

  • Emorroidi: cause, rimedi e prevenzione

  • Sbornia: cause, sintomi e rimedi

  • Viaggiare in auto: consigli per combattere il caldo

  • Probiotici: cosa sono e perchè fanno bene

I più letti della settimana

  • Incidente stradale al villaggio Ippocampo, suv con sei minorenni capotta

  • Incidente stradale sull'asse dei servizi, ferite due persone in moto

  • Incidente stradale in tangenziale, auto pirata investe un motociclista e scappa

  • Sparatoria a Ucria, il presunto assassino è originario di Paternò

  • Catania Summer Fest: tutti gli appuntamenti dal 17 al 31 agosto

  • Topo d'appartamento preso dai "Falchi" in viale Mario Rapisardi

Torna su
CataniaToday è in caricamento