Il comune di Catania vieta la distribuzione di volantini pubblicitari fino al 6 febbraio

Fino al 6 febbraio, in via sperimentale, sarà vietata qualsiasi forma di volantinaggio commerciale su tutto il territorio del Comune di Catania grazie a un'ordinanza del sindaco Enzo Bianco. I trasgressori rischiano multe tra i 25 e i 500 euro più le spese di accertamento e notifica

Fino al6 febbraio, in via sperimentale, sarà vietata qualsiasi forma di volantinaggio commerciale su tutto il territorio del Comune di Catania grazie a un’ordinanza del sindaco Enzo Bianco. I trasgressori rischiano multe tra i 25 e i 500 euro più le spese di accertamento e notifica. E qualora non sia possibile individuare i responsabili, comprese le agenzie incaricate della distribuzione, la sanzione sarà applicata al beneficiario del messaggio pubblicitario, salvo che questi provi la propria estraneità.

“Sitratta – ha spiegato il Sindaco – di un provvedimento necessario visto l’altissimo livello di inquinamento raggiunto nella nostra città a causa dell’abuso di queste forme pubblicitarie che finiscono non solo per deturpare la nostra splendida Catania compromettendo il decoro urbano ma anche per mettere a rischio l’incolumitàdei cittadini se pensiamo alle cartacce che occludono le caditoie impedendo il deflusso delle acque piovane o che vengono gettate nelle aiuole diventando potenziali focolai di incendi. Spesso, inoltre i volantini vengono distribuiti volantini agli automobilisti creando problemi alla circolazione”.

Il divieto riguarderà appunto in particolare la distribuzione a mano di qualsiasi materiale in prossimità e in corrispondenza di incroci, ma anche il lancio opuscoli, foglietti, volantini, buoni sconto, biglietti omaggio e altro materiale simile anche da auto e aerei. Sanzioni anche per chi affiggerà manifesti, adesivi e volantini pubblicitari di qualsiasi forma e dimensione sui supporti e manufatti delle reti pubbliche di gas, luce telefono, segnaletica stradale o alberi e piante presenti su aree verdi pubbliche in tutto il territorio comunale e su qualsiasi altro supporto murale o strutturale non regolarmente autorizzato allo scopo specifico. Ad occuparsi delle indagini e delle sanzioni saranno la Polizia municipale e le altre forze dell’Ordine.

Potrebbe interessarti

  • Bagno al mare dopo aver mangiato: verità sul falso mito

  • Morso del ragno violino: sintomi, rimedi e cure

  • Risparmiare sulla bolletta della luce: alcuni consigli

  • Come proteggere la casa dai ladri

I più letti della settimana

  • Inferno di fuoco alla Plaia, fiamme nei lidi e bagnanti in fuga

  • Inferno alla Plaia, distrutto dalle fiamme il lido Europa

  • Giovane di Bagheria pestato ad Etnaland per un paio di ciabatte

  • Ritrovato lo studente Peppe Cannata, si trovava a Modica

  • Paura alla Plaia, fiamme in spiaggia: bagnanti messi in salvo con i gommoni

  • Si cerca Peppe Cannata, studente di Giurisprudenza: l'appello degli amici

Torna su
CataniaToday è in caricamento