Zia Lisa-Librino, arresti e denunce: sequestrati oltre 5 chili di marijuana

In un'abitazione i militari hanno trovato e sequestrato ben 4 chili di marijuana, già pronta per essere suddivisa in dosi. Tra gli arrestati due malviventi che rubavano del materiale ferroso in via Officina Ferroviaria

Vasta operazione dei carabinieri nei quartieri periferici di Librino e Zia Lisa che ha portato all'arresto di 5 persone.

Il primo, un 32enne, Rapisarda Carmelo, di Catania, accusato di spaccio e coltivazione di sostanze stupefacenti. Fermato a Librino con in tasca pochi grammi di marijuana, successivamente è stato sottoposto a perquisizione domiciliare.

droga-arresti-carabinieri-catania-2Nell’abitazione i militari hanno trovato e sequestrato ben 4 chili di marijuana, già pronta per essere suddivisa in dosi, coltivata posteriormente la zona notte dell’appartamento, con un impianto dotato di sistema di ventilazione controllata, lampade ad alta pressione e fertilizzanti, sapientemente celato da una finta parete di cartongesso, creata ad arte e fornita di due condotte di areazione con relativi filtri installati per evitare che l’odore acre della droga si diffondesse negli ambienti di casa. L’arrestato è stato associato al carcere di Piazza Lanza.

Arrestati inoltre due romeni, il 23enne Caval Aron e il 24enne Voiner Cristian, per furto aggravato in concorso. I due sono stato bloccati mentre rubavano del materiale ferroso, tra cui delle sezioni di strada ferrata, quantificato in circa 7 tonnellate, all’interno della zona gestita da “Trenitalia”, in via Officina Ferroviaria. La refurtiva è stata interamente recuperata e restituita all’ente ferroviario. Gli arrestati, in attesa del giudizio per direttissima, sono stati trattenuti in camera dei sicurezza.

Altra misura cautelareinoltre per una 68enne, Arena Lucia, e la 50enne Bulla Maria, per furto aggravato. I militari, perquisendo una intera palazzina di Viale Nitta, hanno accertato che le due donne avevano collegato i propri contatori alla rete elettrica pubblica. Sul terrazzo dello stesso edificio, all’interno di un contenitore impermeabile, nascosto dentro una vasca dell’acqua potabile, i carabinieri hanno sequestrato ben 200 dosi di “marijuana”.

Denunciate infine altre due persone, di cui una di nazionalità romena, la prima per furto di energia elettrica e l’altra per evasione dai domiciliari. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Vertice a Catania sul Coronavirus: chi ha sintomi non vada in ospedale

  • Operazione Thor, 23 omicidi di mafia commessi in 20 anni: 23 arresti

  • Giuseppe Torre, torturato e bruciato vivo: dopo 28 anni fatta luce sulla morte di un innocente

  • Mafia, omicidi e lupara bianca: i nomi degli arrestati

  • Musumeci convoca nuovo vertice sul Coronavirus: in arrivo misure precauzionali

  • Coronavirus, Musumeci: "Scuole chiuse solo a Palermo. Sicilia non è zona rossa né gialla"

Torna su
CataniaToday è in caricamento