Arriva la tassa di solidarietà per 1911 catanesi benestanti

Arriva anche a Catania la Tassa di Solidarietà, varata dalla manovra anticrisi del governo, che colpirà oltre millenovecento catanesi benestanti

Comune di Catania

La tassa di solidarietà, della manovra anticrisi del governo, colpirà più di 1900 cittadini catanesi. I benestanti etnei, con un reddito superiore a 90 mila euro l’anno, dovranno contribuire al ripristino del debito pubblico italiano. Il 5% per i guadagni annui tra i 90 e 150 mila euro, e il 10% se si superano i 150 mila euro. Il prelievo del primo anno si aggira intorno ai 2 mila e 850 euro, che si ridurrà nei due anni successivi  grazie alla deducibilità dal reddito dell’imposta.

Lo afferma un'elaborazione del Sole24Ore. La Primogenita, secondo queste stime, genererà un gettito pari a 5,4 milioni di euro. I catanesi "colpiti" dal provvedimento sono 1.911, 16 ogni mille contribuenti. Catania, in Italia, si ritrova al 64esimo posto tra i Comuni, seconda città siciliana, superata da Enna che si trova al 27esimo posto.
 

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Incidente stradale, auto si schianta contro spartitraffico: 4 morti

  • Strage dopo una serata in discoteca, nessuno indossava la cintura di sicurezza

  • Operazione dei carabinieri contro capi clan e affiliati dei “Santapaola-Ercolano”: 31 arrestati

  • Reddito di cittadinanza e falsa disoccupazione: indagata la neomelodica Agata Arena

  • Incidente stradale a Piano Tavola, 4 morti: Procura apre inchiesta

  • Operazione "Black Lotus", alla sbarra 31 affiliati del clan Santapaola-Ercolano

Torna su
CataniaToday è in caricamento