Servizio civile: dodici posti disponibili a Catani con Aism

Il Servizio Civile Universale offre la possibilità di essere cittadini attivi e responsabili, di vivere un’esperienza qualificata e qualificante aiutando le persone con sclerosi multipla

Scade il 10 ottobre il termine ultimo per candidarsi al progetto di servizio civile “La persona con Sm: dal contatto alla relazione – territorio della Sicilia orientale” presso l’Associazione italiana sclerosi multipla. Dodici i posti disponibili nella sezione di Catania. “Per l’ammissione alla selezione – si legge nel bando, pubblicato sul sito del Dipartimento della gioventù e del servizio civile nazionale – è richiesto il possesso dei seguenti requisiti: cittadinanza italiana, ovvero di uno degli Stati membri dell’Unione Europea, ovvero di un Paese extra UE purché regolarmente soggiornante in Italia; aver compiuto il diciottesimo anno di età e non aver superato il ventottesimo anno di età (28 anni e 364 giorni) alla data di presentazione della domanda; non aver riportato condanna anche non definitiva alla pena della reclusione superiore ad un anno per delitto non colposo ovvero ad una pena della reclusione anche di entità inferiore per un delitto contro la persona o concernente detenzione, uso, porto, trasporto, importazione o esportazione illecita di armi o materie esplodenti, ovvero per delitti riguardanti l’appartenenza o il favoreggiamento a gruppi eversivi, terroristici o di criminalità organizzata”.

Trecentosessantacinque giorni per impegnarsi in progetti che rispondono concretamente ai bisogni delle persone con sclerosi multipla. Il Servizio Civile Universale offre la possibilità di essere cittadini attivi e responsabili, di vivere un’esperienza qualificata e qualificante aiutando le persone con sclerosi multipla. Tale istituto concorre, in alternativa al servizio militare obbligatorio, alla difesa della Patria con mezzi ed attività non militari e non violenti, per favorire la realizzazione dei princìpi costituzionali di solidarietà sociale, promuovere la solidarietà e la cooperazione, a livello nazionale ed internazionale, contribuire alla formazione civica, sociale, culturale, e professionale dei giovani che fanno tale scelta. Le attività che saranno chiamati a svolgere i volontari selezionati afferiscono al supporto all’autonomia della persona che convive con Sm al proprio domicilio, nel territorio e presso le sedi Aism (accompagnamento nella spesa, per visite mediche, per favorire il raggiungimento del luogo di lavoro, per attività culturali e la partecipazione ad attività/eventi ricreativi e per la partecipazione alla vita associativa). Il volontario dovrà anche offrire supporto e affiancamento nello studio, nell’organizzazione e nell’attuazione di attività mirate a creare occasioni di socializzazione e di integrazione rivolte alle persone con Sm. Inoltre, il volontario è chiamato a promuovere azioni di informazione alle persone con sclerosi multipla e sensibilizzazione verso tutta la popolazione sui diritti e sulla non discriminazione, mediante l’organizzazione di convegni informativi.

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Incidente stradale, auto si schianta contro spartitraffico: 4 morti

  • Strage dopo una serata in discoteca, nessuno indossava la cintura di sicurezza

  • Operazione dei carabinieri contro capi clan e affiliati dei “Santapaola-Ercolano”: 31 arrestati

  • Reddito di cittadinanza e falsa disoccupazione: indagata la neomelodica Agata Arena

  • Incidente stradale a Piano Tavola, 4 morti: Procura apre inchiesta

  • Operazione "Black Lotus", alla sbarra 31 affiliati del clan Santapaola-Ercolano

Torna su
CataniaToday è in caricamento