Metro Giovanni XXIII, performance finale del progetto “Il teatro che fa il suo dovere”

L'iniziativa nasce dalla sfida di voler coinvolgere nell’attività teatrale una molteplicità di soggetti diversi tra loro e farli cooperare nella ricerca continua di un linguaggio comune

Lunedì 15 luglio alle 19, alla Stazione metro "Giovanni XXIII", il Centro per l’Integrazione Attiva e Partecipata  propone la performance finale del progetto “Il teatro che fa il suo dovere”, laboratorio teatrale d'inclusione sociale ideato e diretto dall’attore Francesco Paolo Ferrara, teatro-terapeuta e specialista nella Lingua Italiana dei Segni. L'evento, a ingresso libero, è inserito nel calendario di eventi "Porte aperte Unict 2019 - L'Università nella città" che fino al 2 agosto propone concerti, proiezioni, spettacoli teatrali e incontri negli edifici storici dell'Università di Catania.

L'iniziativa nasce dalla sfida di voler coinvolgere nell’attività teatrale una molteplicità di soggetti diversi tra loro e farli cooperare nella ricerca continua di un linguaggio comune. La lingua italiana dei segni si presta alla rappresentazione della comunicazione e trova nuove possibilità quando si inserisce in un’attività teatrale. Grazie alla lingua italiana dei segni i partecipanti hanno potuto utilizzare un vocabolario universale e stimolare la fantasia, svincolando la comunicazione teatrale dal sistema codificato della lingua italiana. Così pensato, il progetto richiede ai partecipanti un’integrazione attiva e partecipata nella quale tutti sono pienamente coinvolti nella misura in cui ogni contributo darà maggiore efficacia tanto alla comunicazione quanto alla sensibilizzazione tra i partecipanti sui temi della legalità e dell'illegalità, dei diritti inviolabili e dei doveri inderogabili. In scena saranno Simona Costantino, Alfonsina La Mantia, Giuseppe La rocca, Cristina Lo Giudice, Andrea Lo Greco, Tecla Oliveri, Davide Projetto, Letizia Sapuppo, con la partecipazione video di Simona Caruso, Katya Catalano, Elisa Chiavetta, Chiara Ferracane.

Potrebbe interessarti

  • Bagno al mare dopo aver mangiato: verità sul falso mito

  • Morso del ragno violino: sintomi, rimedi e cure

  • Risparmiare sulla bolletta della luce: alcuni consigli

  • Come proteggere la casa dai ladri

I più letti della settimana

  • Inferno di fuoco alla Plaia, fiamme nei lidi e bagnanti in fuga

  • Inferno alla Plaia, distrutto dalle fiamme il lido Europa

  • Giovane di Bagheria pestato ad Etnaland per un paio di ciabatte

  • Ritrovato lo studente Peppe Cannata, si trovava a Modica

  • Paura alla Plaia, fiamme in spiaggia: bagnanti messi in salvo con i gommoni

  • Si cerca Peppe Cannata, studente di Giurisprudenza: l'appello degli amici

Torna su
CataniaToday è in caricamento