Colloquio di lavoro: consigli per superarlo al meglio

Ci sono alcuni comportamenti che, se adottati, possono rendere un colloquio di lavoro un vero e proprio successo...

Il momento più importante, quando si cerca un lavoro, più che la preparazione del curriculum vitae e della lettera di presentazione, è sicuramente il colloquio

Un'azienda americana (Dale Carnegie) del settore del 'training professionale' ha cercato di individuare i comportamenti che devono necessariamente essere messi in atto nel corso del colloquio.

Informazioni sull'azienda - 'Googlare' il nome dell'azienda, delle persone con le quali si avrà il colloquio in maniera tale da disporre di informazione che potranno sorprendere in positivo l'interlocutore; importante anche personalizzare il cv, la lettera di presentazione, le qualifiche, gli obiettivi di carriera ed il linguaggio a seconda di quella che è la politica e la cultura di quella determinata azienda.

Mai arrivare in ritardo - Essere puntuali o arrivare un po' prima dà una ottima impressione. E' quindi preferibile pianificare di arrivare almeno mezz'ora prima e farsi annunciare 15 minuti prima.

Vestiario professionale - Pur se l'abbigliamento sul luogo di lavoro è casual, vestirsi in maniera professionale è sintomo di rispetto e cortesia. Abito scuro e camicia sono sempre ben accetti.

Discorso di presentazione - Alla classica domanda 'parlami di te' è necessario rispondere in maniera efficace dando una presentazione di sè stessi che include il percorso di studi e le precedenti esperienze lavorative. Meglio ripeterlo più volte a casa fino a quando non lo si ripeterà in maniera praticamente naturale.

Rapporto con l'intervistatore - Non è sufficiente solo l'educazione e la buona capacità a relazionarsi, ma occorre per esempio anche una grintosa stretta di mano. Preferibile essere sè stessi, senza essere troppo disinvolti o informali. L'atteggiamento e la postura devono risultare rassicuranti. Bisogna non interrompere e saper ascoltare mantenendo sempre il contatto visivo con la persona.

Risposta alla domanda 'Che stipendio ti aspetti'? - Non è mai una buona idea proporre l'importo. L'approccio migliore è quello di dire che lo stipendio può essere un elemento negoziabile a seconda delle caratteristiche del lavoro. 

Ringraziamento degli intervistatori e curiosità sul dopo - Al termine del colloquio bisogna ringraziare chi ci ha ricevuto per il tempo dedicatoci, ricordare l'interesse per il posto di lavoro e chiedere quale sarà l'eventuale prossimo step e quando si arriverà ad una decisione finale.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Iscrizione scuola dell’infanzia 2020/21: date e modalità

Torna su
CataniaToday è in caricamento