Giornate dell'Energia a Catania, contributi per 343 comuni

La consegna dei decreti di finanziamento ai primi cittadini, da parte del governatore Nello Musumeci, avverrà venerdì prossimo (a partire dalle 10), nell'ambito della seconda delle 'Giornate dell'Energia', organizzate dalla Regione al centro fieristico Le Ciminiere di Catania

La Regione siciliana muove un altro passo sul fronte dell'efficientamento energetico. Prevista in ogni Comune dell'Isola la figura dell'energy manager (un esperto in gestione dell'energia provvisto di apposita certificazione Ege) che si occuperà, in stretto coordinamento con il competente dipartimento regionale, della razionalizzazione della spesa e della ottimizzazione dei consumi. Sono 343, fino a oggi, le Amministrazioni comunali che potranno beneficiare di un contributo a fondo perduto per la nomina di un energy manager che le assista nelle scelte tecniche, con grandi benefici in termini di efficacia della spesa pubblica. Il bando da sei milioni di euro, predisposto dal competente assessorato guidato da Alberto Pierobon, prevede il finanziamento della rete di esperti e dei progetti per l'efficientamento degli immobili degli enti regionali ammessi tra cui anche Aziende sanitarie, Università, Iacp e Opere pie.

La consegna dei decreti di finanziamento ai primi cittadini, da parte del governatore Nello Musumeci, avverrà venerdì prossimo (a partire dalle 10), nell'ambito della seconda delle 'Giornate dell'Energia', organizzate dalla Regione al centro fieristico Le Ciminiere di Catania.

Per gli altri 47 Comuni che non hanno ancora aderito al Patto, sarà possibile accedere al finanziamento attraverso un altro bando di prossima pubblicazione che il dipartimento regionale diretto da Tuccio D'Urso sta predisponendo. L'obiettivo infatti è includere nel network, che verrà coordinato a livello siciliano dall'energy manager della Regione Roberto Sannasardo, tutti i 390 Comuni dell'Isola. I professionisti saranno chiamati a gestire i rapporti con la Regione mediante l'invio dei dati del monitoraggio e delle emissioni di CO2 a livello locale. I risultati tecnici acquisiti permetteranno di definire le azioni concrete da inserire nella prossima programmazione europea del Po Fesr 2021/2027. Al momento le somme impegnate dal governo regionale sul fronte energetico ammontano a 157 milioni di euro e altri 145 sono in fase di decretazione.

Potrebbe interessarti

  • Smettere di fumare fai-da-te: alcuni consigli

  • Abbronzatura: consigli per esaltarla

  • Sbornia: cause, sintomi e rimedi

  • Potassio: benefici ed alimenti nei quali trovarlo

I più letti della settimana

  • Incidente stradale sull'asse dei servizi, ferite due persone in moto

  • Incidente stradale al villaggio Ippocampo, suv con sei minorenni capotta

  • Catania 2.0: "Quanto ha speso il Comune per la visita del ministro?"

  • Sparatoria a Ucria, il presunto assassino è originario di Paternò

  • Catania Summer Fest: tutti gli appuntamenti dal 17 al 31 agosto

  • San Gregorio, polstrada denuncia 12 "furbetti del casello"

Torna su
CataniaToday è in caricamento