Colloquio di lavoro: le tecniche del selezionatore e come preparare le risposte

Ci sono alcuni comportamenti che, se adottati, possono rendere un colloquio di lavoro un vero e proprio successo...

Il momento più importante, quando si cerca un lavoro, più che la preparazione del curriculum vitae e della lettera di presentazione, è sicuramente il colloquio

Un'azienda americana (Dale Carnegie) del settore del 'training professionale' ha cercato di individuare i comportamenti che devono necessariamente essere messi in atto nel corso del colloquio.

Informazioni sull'azienda - 'Googlare' il nome dell'azienda, delle persone con le quali si avrà il colloquio in maniera tale da disporre di informazioni che potranno sorprendere in positivo l'interlocutore; importante anche personalizzare il cv, la lettera di presentazione, le qualifiche, gli obiettivi di carriera ed il linguaggio a seconda di quella che è la politica e la cultura di quella determinata azienda.

Mai arrivare in ritardo - Essere puntuali o arrivare un po' prima dà una ottima impressione. E' quindi preferibile pianificare di arrivare almeno mezz'ora prima e farsi annunciare 15 minuti prima.

Vestiario professionale - Pur se l'abbigliamento sul luogo di lavoro è casual, vestirsi in maniera professionale è sintomo di rispetto e cortesia. Abito scuro e camicia sono sempre ben accetti.

Discorso di presentazione - Alla classica domanda 'parlami di te' è necessario rispondere in maniera efficace dando una presentazione di sè stessi che include il percorso di studi e le precedenti esperienze lavorative. Meglio ripeterlo più volte a casa fino a quando non lo si ripeterà in maniera praticamente naturale.

Rapporto con l'intervistatore - Non è sufficiente solo l'educazione e la buona capacità a relazionarsi, ma occorre per esempio anche una grintosa stretta di mano. Preferibile essere sè stessi, senza essere troppo disinvolti o informali. L'atteggiamento e la postura devono risultare rassicuranti. Bisogna non interrompere e saper ascoltare mantenendo sempre il contatto visivo con la persona.

Risposta alla domanda 'Che stipendio ti aspetti'? - Non è mai una buona idea proporre l'importo. L'approccio migliore è quello di dire che lo stipendio può essere un elemento negoziabile a seconda delle caratteristiche del lavoro. 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Ringraziamento degli intervistatori e curiosità sul dopo - Al termine del colloquio bisogna ringraziare chi ci ha ricevuto per il tempo dedicatoci, ricordare l'interesse per il posto di lavoro e chiedere quale sarà l'eventuale prossimo step e quando si arriverà ad una decisione finale.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Motociclista 47enne in gravi condizioni al Cannizzaro

  • Prezzi delle case a Catania: la mappa zona per zona

  • Coronavirus, l'aggiornamento dei contagi a Catania e in Sicilia al 3 luglio 2020

  • Coronavirus, in Sicilia due nuovi casi e un morto

  • Rete di pusher agiva in diverse piazze di spaccio, scattano gli arresti

  • Superbonus edilizia: "Accelerare i tempi, serve meno burocrazia"

Torna su
CataniaToday è in caricamento