Antifurto per moto: quale scegliere e prezzi

Se ne possono scegliere di due tipologie, meccanici ed elettronici: esistono soluzioni valide per tutte le tasche

Così come accade per i possessori di un auto, anche per coloro che sono proprietari di una moto la più grande paura è quella di vedersi privati del proprio 'gioiello' da parte dei ladri. Per questo motivo sono presenti in commercio degli antifurti, strumenti attraverso i quali è possibile rendere impossibile o perlomeno più difficile la vita dei male intenzionati.

Per quanto riguarda le moto, possiamo distinguere due grandi categorie: gli antifurti meccanici e gli antifurti elettronici.

Antifurti meccanici

Bloccadisco: antifurto meccanico molto diffuso per la sua facilità di utilizzo e trasporto. Sono molto leggeri ed offrono un discreto grado di sicurezza. Si fissano al disco della moto e gli impediscono di fare una rotazione completa. E' possibile distinguere però quelli realizzati in acciaio e quelli che vengono fatti con leghe di acciaio speciali che sono resistenti alla foratura ed antitorsione. Non consentono però di essere ancorati ad un punto fisso. 

Catene: non vengono mai viste di buon occhio a causa del peso e della difficoltà di portarle appresso, ma forniscono una garanzia in termini di materiali utilizzati. Sono di acciaio inossidabile, antitorsione e resistenti al congelamento. Il diametro conta, più sono grandi più la moto sarà al sicuro. Bisogna evitare di acquistarle se hanno un diametro inferiore ai 10mm. Fondamentale anche la caratteristica della serratura, che per non essere facilmente distrutta da un ladro deve essere in grado di resistere ad un trapano o al congelamento. Bisogna quindi avere preferenze per le chiusure più recenti non seghettata ma con incisioni su entrambi i lati.

Antifurti elettronici

Sirene: classico antifurto elettronico che emette un allarme nel momento in cui qualcuno prova a rubare la motocicletta

Immobilizer: sistema che impedisce alla moto di accendersi, bloccando il motore quando si toglie la chiave di accensione

GPS: soluzione tecnologica più avanzata e costosa attraverso la quale si monitora la posizione della moto grazie ai diversi satelliti

Antifurti - Prezzi

I prezzi sono variabili in base alla tipologia e ai materiali utilizzati. Si parte da circa 30 euro per un bloccadisco, ai 50 euro per una catena. Infine il costo di un antifurto per moto dotato di GPS che può andare dai 50 ai 100 euro.

Antifurti per moto - Dove a Catania

Moto 2000 - Via Etnea 58, Catania

Cira Car Service - Via Carmelo Patanè Romeo 34, Catania

LG Motors Srl - Via Matteo Renato Imbriani 65, Catania

Special Bike - Via Mario Sangiorgi 10, Catania

Potrebbe interessarti

  • Viaggiare con bambini: alcune regole da seguire

I più letti della settimana

  • Incidente stradale al villaggio Ippocampo, suv con sei minorenni capotta

  • "Hai mai fatto l'amore", la frase del romeno di 31 anni prima delle molestie: arrestato

  • Incidente stradale in tangenziale, auto pirata investe un motociclista e scappa

  • Topo d'appartamento preso dai "Falchi" in viale Mario Rapisardi

  • Pregiudicata spacciava cocaina a Gravina: presa dai carabinieri

  • Incidente stradale a Bronte, un morto: traffico bloccato sulla statale 284

Torna su
CataniaToday è in caricamento