Aci Castello, l'opposizione attacca: "Che fine ha fatto Ztl promessa dal sindaco?"

I consiglieri Ezia Carbone, Giorgio Sabella, Salvo Tosto e Massimo Papalia hanno presentato un'interrogazione

Il clima mite di queste settimane, soprattutto nelle giornate di domenica, ha già fatto scattare l'allarme viabilità ad Aci Castello. Così l'opposizione ha segnalato come nella frazione di Aci Trezza nella tarda mattinata e nel tardo pomeriggio delle ultime tre domeniche si siano verificati ingorghi e rallentamenti all'interno del circuito stradale cittadino, causati dall'eccessivo riversamento di mezzi condotti da visitatori ed avventori.

Così i consiglieri comunali hanno presentato un'interrogazione al sindaco per chiedere quali sono le intenzioni dell'amministrazione in relazione all'istituzione di zone a traffico limitato nelle frazioni di Aci Castello ed Aci Trezza controllate in remoto mediante videosorveglianza e la mappatura in tempo reale di tutti gli stalli destinati alla sosta con un sistema intelligente di gestione dei parcheggi.

"E' trascorso quasi un anno dall'insediamento della nuova guida comunale, ma su quest'argomento continua ad imperare un silenzio tombale - tuonano Ezia Carbone, Giorgio Sabella, Salvo Tosto e Massimo Papalia. Eppure in campagna elettorale lo stesso candidato sindaco Carmelo Scandurra ed i componenti della sua coalizione, oggi tutti al governo municipale, avevano sbandierato in più di un'occasione la volontà di affrontare la questione, peraltro inserita nel programma elettorale e poi nelle linee di mandato. Per questo, come opposizione, vogliamo sapere quali sono le intenzioni concrete del sindaco per iniziare quantomeno a dare un senso a questa consiliatura ed al suo programma di governo, ancora vuoti di contenuti, assicurando sicurezza e maggiore tranquillità ai nostri concittadini castellesi e trezzoti. Non è possibile continuare a procrastinare la ricerca di soluzioni alla problematica, mentre ogni domenica nelle frazioni marinare si continua a rischiare la pubblica incolumità e si danneggia l'ambiente. Da parte nostra - concludono Carbone, Sabella, Tosto e Papalia - continueremo a rimanere vigili chiedendo che l'amministrazione faccia finalmente la sua parte non facendo mancare, qualora richiesto, il nostro contributo di suggerimenti e proposte."

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Reati fiscali, coinvolti nomi della cordata interessata al Calcio Catania: gli arrestati

  • Scoperto traffico di auto rubate: 5 in manette

  • Per ripicca contro il compagno butta il suo cane dal quarto piano: denunciata

  • Coronavirus, l'aggiornamento dei contagi a Catania e in Sicilia al 10 luglio 2020

  • Incidente stradale sulla Palermo-Catania, auto contro tir: morta una donna, grave il figlio

  • Abitazioni minacciate dalle fiamme a Motta Sant'Anastasia

Torna su
CataniaToday è in caricamento