Catania allagata, Bianco infuriato: "Scusate ma sono troppo inc..."

L'ex primo cittadino si è sfogato sulla propria pagina Facebook, incolpando la nuova amministrazione guidata da Salvo Pogliese di non aver provveduto a pulire i tombini del villaggio Santa Maria Goretti

"Scusate, ma sono troppo inc... ! Provo sinceramente dolore e rabbia! Per 5 anni, grazie alla manutenzione attenta dei canali, il Villaggio Santa Maria Goretti e la scuola del quartiere non si erano più allagati". Un Enzo Bianco su tutte le furie quello che, ieri pomeriggio, ha commentato le problematiche causate dal forte acquazzone caduto su Catania. L'ex primo cittadino si è sfogato sulla propria pagina Facebook, incolpando la nuova amministrazione guidata da Salvo Pogliese di non aver provveduto a pulire le caditoie in tempo utile. 

L'attacco-sfogo su Facebook

"Capisco i disagi dovuti alla pioggia - ha spiegato Bianco -  ma non posso accettare che si sia verificata una sorta di inondazione. Sono atterrato a Catania qualche minuto fa ed ho provato un grande dolore nel vedere polizia municipale e tecnici al lavoro con le pompe". "Perché quest’anno non si è provveduto???!!!", si è chiesto ancora l'ex sindaco, abbondando con la punteggiatura.

Ma l'attacco non finisce qui e coinvolge anche i mancati pagamenti degli stipendi per i dipendenti del Comune. "Che disappunto nel vedere che ad oggi, 3 ottobre, i dipendenti comunali non hanno ancora lo stipendio - ha concluso - Per 5 anni non era più accaduto. Mi sembra di essere tornati al tempo delle giunte Scapagnini e Stancanelli!". 

Le richieste di Catania 2.0

A lui fanno eco anche i consiglieri comunali della lista Catania 2.0, la lista legata a Luca Sammartino e Valeria Sudano, ed alcuni rappresentanti di circoscrizione. "Oggi si sono verificati allagamenti diffusi in diverse zone della città con i conseguenti disagi e pericoli a carico dei cittadini catanesi nonostante il maltempo di oggi fosse stato già previsto e preannunciato dalle autorità competenti molti giorni fa. La situazione - scrivono i consiglieri - è diventata di massima allerta e pericolosità nel Centro storico della città in prossimità anche delle scuole come l’Istituto Caronda in via Zammataro, le zone adiacenti a Piazza Carlo Alberto e nelle zone di Santa Maria Goretti e San Giuseppe La Rena oltre che nella zona di Cibali compresa la Circonvallazione che rappresenta lo snodo nevralgico per la viabilità della nostra città". 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

"Purtroppo questa è la conseguenza della mancata pulizia dei tombini in previsione delle prime piogge autunnali - continuano - Purtroppo la situazione incresciosa che oggi ha colpito la zona di Santa Maria Goretti è frutto della mancata pulizia del torrente Forcile ed acquasanta che rappresentano la via di deflusso delle piogge, sempre effettuata negli anni precedenti. I consiglieri comunali del gruppo Catania 2.0 Francesca Ricotta, Giuseppe Gelsomino, Mario Tomasello e i consiglieri di quartiere Lorenzo Leone, Benedetto Costanzo, Rosario Grasso, Francesco Bassini, Andrea Cardello, Giulia GIuffrida, Giuseppe Zingale, Maurizio Zarbo, Giovanni Trovato, Carmelo Fazio, Salvo Scrofani, chiedono all’Amministrazione di procedere immediatamente e con la massima urgenza alla pulizia dei tombini della città e dei Torrenti sopracitati prima che arrivino altre ondate di maltempo che potrebbero causare massimo pericolo alle persone, ai mezzi e agli edifici". 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Acqua: quando berla per dimagrire

  • Via Capo Passero, agguato a un 33enne gambizzato davanti casa

  • Operazione antimafia dei carabinieri, disarticolato il clan “Brunetto”: 46 arresti

  • Svaligiano casa dei futuri sposi: denunciati i vicini

  • Picanello, scoperto deposito per il riciclaggio di auto rubate: 4 arresti

  • Ritrovato al Maas lo squalo Mako: denunciato il commerciante

Torna su
CataniaToday è in caricamento