"Insieme si può" risponde a Giarrusso: "No a intimidazioni"

Lo dichiarano gli esponenti del gruppo comunale "Insieme si può"

"Le dichiarazioni del Senatore Mario Giarrusso assumono un inaccettabile tono intimidatorio". Lo dichiarano gli esponenti del gruppo comunale "Insieme si può".

"Se questo è l’interesse per Catania oggi più che mai risulta chiaro che non vi è nessuna intenzione per far sì che la città possa risollevarsi da questa crisi finanziaria. Non possiamo accettare che un parlamentare del partito di maggioranza relativa del Governo possa rivolgersi al Sindaco con un ultimatum ricattatorio: o le dimissioni dell’Assessore altrimenti inutile venire a Roma, il Governo non aiuterà Catania. Non entriamo nel merito della vicenda Grasso-Adorno-Bonaccorsi, le responsabilità, qualora ce ne siano, saranno accertate in altre sedi. Abbiamo già manifestato vicinanza alla collega Lidia Adorno nel precedente Consiglio Comunale e analogamente abbiamo sempre apprezzato Roberto Bonaccorsi per il signorile profilo umano e istituzionale. Ma tutta questa assurda vicenda non può e non deve deve assolutamente compromettere il dialogo in corso con il Viceministro Castelli e il governo per aiutare Catania. Catania è la decima città d’Italia e le beghe politiche, per giunta carpite accidentalmente da una telefonata privata, non possono nuocere l'interesse generale al bene comune che nei toni utilizzati dal M5S è stato purtroppo superato dall’interesse di parte".

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Arresti a raffica della squadra mobile etnea

  • 8 cibi che non dovrebbero essere dati ai bambini

  • Dimentica di inserire il freno a mano, muore schiacciata dalla sua auto

  • Traffico di droga, nel mirino i clan Cappello-Bonaccorsi e Cursoti Milanesi: 40 arresti

  • Incidente stradale, auto si ribalta in tangenziale: conducente bloccato all'interno

  • Traffico di droga pilotato dai clan, 40 arresti: i nomi

Torna su
CataniaToday è in caricamento