Dissesto, Bianco usa il nome di Girlando per una nota ma lui smentisce: "Mai firmata"

Una vicenda che potrebbe avere dell'incredibile si è consumata tutta sulle pagine del quotidiano La Sicilia. L'ex sindaco ha inviato una nota co-firmata dall'ex assessore al Bilancio che, però, smentisce: "Smetta di usare il mio nome"

Una vicenda che potrebbe avere dell'incredibile si è consumata tutta sulle pagine del quotidiano La Sicilia. Dopo la pubblicazione delle motivazioni della sentenza della Corte dei conti - che, in questi giorni, ha reso note le motivazioni della 'bocciatura' del ricorso del Comune sulla dichiarazione di dissesto economico-finanziario - l'ex sindaco ha inviato una nota in cui è inserita una dichiarazione dell'ex assesore al Bilancio Giuseppe Girlando.

L'avvocato Girlando, tuttavia, in una nuova comunicazione inviata alla redazione del noto giornale etneo, ha dichiarato apertamente di non essere mai stato interpellato sulla questione e, soprattutto, di non aver firmato quel comunicato stampa. "Egregio direttore - scrive Girlando all'indirizzo di Antonello Piraneo -ho letto con stupore su La Sicilia di giovedì una mia dichiarazione in merito alla sentenza della Corte di conti. Quanto affermato, pur essendo in alcune parti in linea con quanto da me espresso in precedenti miei interventi pubblici, non è stato da me mai rilasciato al vostro giornale".

"Peraltro - continua l'ex assessore - come potrà lei stesso confermare, in riscontro ad una chiamata della redazione, le ho espressamente manifestato la miaferma volontà di non rilasciare dichiarazione alcuna. Le dichirazioni sul dissesto non possono essere lasciate a dichiarazioni affrettate ed estemporanee. Mi dispiace che l'ex sindaco Bianco abbia ancora una volta utilizzato il mio nome". E, lapidario, aggiunge in chiusura: "Spero sia l'ultima volta".

In risposta il giornale ha precisato che la nota è stata a loro inviata dallo "staff dell'ex sindaco Bianco che, evidentemente, si assume la responsabilità dei virgolettati inseriti nella nota stessa".

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • La polizia arresta il gestore della "Trattoria il Principe"

  • Con un elicottero avevano rubato la Biga di Morgantina nel cimitero di Catania: 17 arresti

  • Mafia: blitz antidroga della polizia contro il clan Arena a Librino

  • Aggredisce due minori e si scaglia contro la guardia giurata intervenuta, arrestato

  • Biga Morgantina rubata dal cimitero di Catania, i nomi degli arrestati

  • Scarsa igiene, topi e lavoro nero: sequestrati 4 locali del centro

Torna su
CataniaToday è in caricamento