Prima circoscrizione, "Partecipa": "Vogliamo coinvolgere anche gli altri quartieri"

Il movimento civico nato dal basso in occasione di queste amministrative rinnova il proprio impegno tra la gente e nei quartieri più popolari nonostante la sconfitta

"Un risultato che ci obbliga ad andare avanti per mantenere l’impegno preso verso i nostri quasi mille elettori che in questi mesi ci hanno incoraggiato e sostenuto, verso tutta la comunità a cui ci siamo rivolti e da cui siamo stati abbracciati. Anche se non avremo diritto di voto e di parola, saremo comunque presenti ai Consiglio di Municipalità e al Consiglio Comunale per portare avanti le nostre proposte e dare voce alle istanze delle comunità residenti nella Municipalità Centro". Lo affermano gli attivisti di Partecipa, la lista nata dal basso che a Catania, in occasione delle elezioni amministrative del 10 giugno, si è presentata soltanto per il consiglio della prima municipalità, scegliendo di non collegarsi a nessun candidato sindaco e a nessuna lista di candidati al consiglio comunale.

La candidata alla Presidenza del movimento civico popolare, Alice Valenti, ha ottenuto 981 voti, arrivando quarta fra i candidati presidenti con il 5,2% dei consensi. Di poco inferiore – 4,8% - il risultato della lista, non sufficiente a ottenere uno degli 8 seggi disponibili, ma che fa dire agli attivisti di essere comunque "felici" e di avere intenzione di "continuare la strada comune intrapresa in queste settimane, trascorse tra le strade e le piazze dei nostri quartieri più storici e popolari a contatto con gli abitanti». Come del resto fanno da anni e senza sosta le associazioni che hanno dato vita alla lista. Partecipa dunque non si ferma e anzi si impegna a farsi portavoce delle richieste e i bisogni che nascono dal basso con l’obiettivo di annullare – proprio attraverso la partecipazione – la distanza fra i Palazzi e le persone".

Fra le prime iniziative di Partecipa, ci sarà la richiesta al presidente del consiglio di organizzare mensilmente dei consigli di municipalità pubblici, "per le strade e le piazze dei nostri quartieri con l’obbiettivo di coinvolgere direttamente i cittadini, i comitati, le associazioni presenti sul territorio: uno dei punti del programma costruito ascoltando gli abitanti per "realizzare un sogno comune: provare a migliorare i luoghi in cui viviamo".

Gli attivisti rivendicano quindi un merito avuto in campagna elettorale - "accendere i riflettori sulle Municipalità, sulla loro importanza e sulla loro gestione"- e rilanciano annunciando l’intenzione di continuare e anzi di coinvolgere anche i cittadini delle altre municipalità per dare ancora più senso al nome della lista: "Partecipa non molla – affermano -, ed è pronta a costruire, insieme a tutte le persone che come noi credono nella partecipazione diretta dei cittadini nella vita pubblica, un movimento comune per elaborare una nuova proposta politica alternativa che rimetta al centro i cittadini ed i suoi bisogni".

Potrebbe interessarti

  • Bagno al mare dopo aver mangiato: verità sul falso mito

  • Morso del ragno violino: sintomi, rimedi e cure

  • Risparmiare sulla bolletta della luce: alcuni consigli

  • Come proteggere la casa dai ladri

I più letti della settimana

  • Inferno di fuoco alla Plaia, fiamme nei lidi e bagnanti in fuga

  • Inferno alla Plaia, distrutto dalle fiamme il lido Europa

  • Giovane di Bagheria pestato ad Etnaland per un paio di ciabatte

  • Ritrovato lo studente Peppe Cannata, si trovava a Modica

  • Paura alla Plaia, fiamme in spiaggia: bagnanti messi in salvo con i gommoni

  • Si cerca Peppe Cannata, studente di Giurisprudenza: l'appello degli amici

Torna su
CataniaToday è in caricamento