Giarrusso (M5S) sfida Berlusconi e "perde": "Tutta colpa dei troll!"

Il candidato del Movimento Cinque Stelle torna a far parlare di sè: prima sfida l'ex premier con un sondaggio social e poi, con una schiacciante sconfitta, cerca di ribaltare mediaticamente i numeri

"E' tutta colpa dei troll". D'altronde, si sa, i sondaggi sono apprezzati dai politici solo quando portano numeri a favore. Quando sono sfavorevoli vengono sminuiti. In piccolo, stavolta, è successo anche a Dino Giarrusso che improvvisandosi Nando Pagnoncelli, con gli strumenti che Facebook concede agli utenti, ha lanciato un sondaggio: lui contro Silvio Berlusconi.

Aveva scommesso su una vittoria schiacciante per "pensionare" l'ex premier, capolista di Forza Italia nella circoscrizione isole. Scommessa, sinora, perso visto che il cavaliere è - sulla pagina di Giarrusso - al 66%. Così, dopo i primi risultati e diversi commenti sferzanti contro l'ex iena, è arrivato il puntuale comunicato stampa "chiarificatore" e poi il video sui social.

Per Giarrusso la colpa è dei troll. Le "armate azzurre" di Silvio Berlusconi avrebbero colpito senza pietà il candidato etneo come lui stesso afferma: "Un’attività mirata e sistematica con l’obiettivo di manomettere la sfida 2.0 lanciata e di fomentare gli animi anti-grillini, risvegliando all’occorrenza eserciti di “bully” digitali. Sono consapevole del fatto che le comunità virtuali sono troppo spesso prese di mira da questi soggetti che si scagliano contro il Movimento 5 stelle. Lo ha dimostrato per l’ennesima volta questo sondaggio".

Così il pentastellato non si è perso d'animo e ha rilanciato la sfida: "Faccio un appello a tutti coloro che sono stanchi della vecchia politica che ha danneggiato tanto il nostro Paese, saccheggiando territori di continuo sviliti come la Sicilia e la Sardegna. Mi chiedo: con che faccia Berlusconi si candida in una terra che è stata distrutta con personaggi del calibro di Miccichè e Cuffaro? La parola spetta adesso agli elettori che si recheranno alle urne il 26 maggio. A loro, ai cittadini siciliani e sardi, chiedo di scegliere il cambiamento, di dire basta alla malapolitica, di farci vincere questa sfida dando una lezione a tutti, vecchi politici e troll compresi".

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Dopo il "richiamo" delle Iene a Giarrusso, che lo hanno rimproverato per aver sfruttato elettoralmente il marchio del programma, il candidato etneo torna di nuovo alla ribalta mediatica in questa campagna elettorale che sembra appassionare ben poco i cittadini.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Spaccio di droga e i furti in abitazioni: undici le persone arrestate

  • Scattano le prime multe da 400 euro per mancanza di mascherina

  • Falsi invalidi, il sistema architettato da 6 medici: 21 indagati

  • Coronavirus, anche oggi nessun decesso: a Catania zero nuovi contagi

  • Ikea, nuovi orari di apertura per lo store di Catania

  • Amazon annuncia l’apertura di un nuovo deposito di smistamento a Catania

Torna su
CataniaToday è in caricamento