Rientri dal nord Italia, Zammataro (Db) chiede di acquisire tutti i dati dei passeggeri

Secondo i decreti del presidente Conte il sindaco può richiedere di ottenere tutti i dettagli su chi è giunto in Sicilia in treno o in nave

Il consigliere comunale di Diventerà Bellissima Manfredi Zammataro ha chiesto, con una nota, che venga effettuato un monitoraggio stringente sugli arrivi in treno e in bus in Sicilia, nonchè l'applicazione del decreto presidenziale che prevede la comunicazione degli elenchi dei viaggiatori.

"Assistiamo ancora oggi - spiega Zammataro - al rientro in massa di persone dal nord, sia in treno che in bus o in macchina, come se non fossero bastati a creare confusione e pericolo gli oltre 20mila rientri della scorsa settimana.  Purtroppo spiace rilevare come ancora si continua a viaggiare non tenendo conto delle restrizioni e della possibilità di alimentare il contagio.

"Tutto questo è inaccettabile – prosegue Zammataro - se pensiamo che in tutta Italia è in vigore il decreto presidenziale che estende la zona "rossa" anche alle regioni del sud imponendo importanti restrizioni negli spostamenti dei cittadini. E’ lecito chiedersi, come mai nessuno abbia effettuato i necessari e dovuti controlli direttamente alle stazioni ferroviarie di partenza come Milano e altre stazioni del Nord impedendo la partenza e scaricando tutte le difficoltà sulle regioni di destinazione. Sembra una beffa da parte del Governo Nazionale che se da un lato, consente alle compagnie aeree di chiudere tutti i voli (lasciando anche dei nostri concittadini in paesi stranieri nell’impossibilità di far rientro), dall’altro consente un vero e proprio esodo incontrollato verso le regioni del Sud da parte migliaia di persone senza alcun controllo!"

"Si evidenzia inoltre, come il Decreto presidenziale dello scorso 8 marzo dispone che le società di autolinee e Trenitalia "sono tenute a comunicare l’elenco dei passeggeri provenienti dalle zone indicate dal Decreto del Presidente del Consiglio dei Ministri ai Dipartimenti di Prevenzione territorialmente competenti, anche tramite i sindaci.  Per tale ragione, secondo quanto disposto dal presidente Conte, chiedo al sindaco del Comune di Catania  - nonché sindaco della Città Metropolitana - di acquisire tutti gli elenchi nominativi dei passeggeri provenienti dal Nord Italia per capire la consistenza numerica degli arrivi, i luoghi di permanenza e gli indirizzi delle abitazioni dove quest’ultimi dovranno effettuare la quarantena prevista per legge, cosi da poter disporre i controlli volti del caso".

"Si tratta di una misura precauzionale necessaria. Bene ha fatto il presidente della Regione Nello Musumeci a chiedere una intensificazione dei controlli nei porti e nelle stazioni di ingresso in Sicilia e a disporre ulteriori regole ferree: siamo in piena emergenza e non possiamo correre il rischio che i grandi sacrifici fatti sinora dai siciliani possano essere vanificati da arrivi in massa senza regole" , ha concluso Zammataro.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Spot
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Per muoverti con i mezzi pubblici nella città di Catania usa la nostra Partner App gratuita !

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, nuovo decreto: che cosa chiude e cosa resta aperto a Catania

  • Coronavirus, in Sicilia 936 persone attualmente positive: a Catania sono 288

  • Aveva preso due aerei ed un taxi per tornare in Sicilia: morta 73enne

  • Coronavirus, tre guariti all'ospedale Garibaldi curati con farmaco sperimentale

  • Positiva al Covid-19, prende due aerei e a Catania un taxi: adesso è ricoverata

  • Coronavirus, azienda catanese lancia mascherine in silicone con stampa 3D

Torna su
CataniaToday è in caricamento