Servizi sociali: torna il sereno per disabili e anziani, da lunedì riprendono le attività

Come annunciato dall'assessore Lombardo a Catania Today sono state trovate le coperture economiche per garantire la quasi totalità dei servizi erogati per le fasce deboli

La spada di Damocle del dissesto tiene in ostaggio un'intera città. Qualche giorno addietro l'assessore ai servizi sociali aveva annunciato lo stop delle attività destinate ai disabili e agli anziani per la mancanza di coperture economiche. In particolare la sospensione è stata previstaper i servizi negli istituti di ricovero per anziani, nelle comunità dei disabili mentali, per il trasporto dei disabili e per l'assistenza domiciliare, per l'assistenza per l'autonomia e la comunicazione degli alunni. Mentre sarà garantita, sino a fine maggio, l'assistenza igienico sanitaria per gli alunni disabili.

Video | L'intervista all'assessore

Adesso la situazione si è sbloccata, dopo ore febbrili di tensioni. La ragioneria del Comune, l'assessore Bonaccorsi, il sindaco e l'assessore Lombardo hanno trovato nelle pieghe di un bilancio lacrime e sangue le risorse per riprendere i servizi. Per adesso.

Lombardo, annunciando la ripresa dei servizi, punta il dito contro "ricostruzioni allarmanti e fuorvianti che qualcuno ha fatto e che hanno alimentato il disagio sociale che si respira in città: non c'è stato nessun taglio dei servizi ma una, sofferta, sospensione termporanea. Fortunatamente siamo riusciti a ripristinarli trovando la copertura finanziaria".

L'assessore evidenzia "la sensibilità del sindaco e dell'assessore Bonaccorsi per fare in modo di reperire i fondi necessari". Così gli studenti disabili potranno fruire dei servizi previsti sino alla fine dell'anno scolastico. Si sta lavorando, ancora, per trovare le coperture anche per il trasporto dei disabili verso i centri di riabilitazione e per una quota residuale degli anziani che necessitano della assistenza domiciliare, mentre la quota maggioritaria - oltre 350 - è coperta dai fondi pac per il pagamento dei servizi.

"I servizi sociali - ha proseguito Lombardo - fanno riferimento a fasce deboli come disabili e anziani e qualche sedicente difensore dei diritti dei disabili ha speculato su un tema che è delicatissimo e tocca molte famiglie catanesi quando, invece, si sa benissimo che per il 2019 abbiamo mantenuto sinora tempi di pagamento puntuali che il Comune non aveva mai conosciuto".

In mattinata si è anche svolta una seduta della commissione consiliare servizi sociali, convocata dal presidente Anastasi, proprio per fare il punto sulla situazione. Presente anche l'assessore al bilancio Bonaccorsi che ha sottolineato la necessità di avere delle risposte dal governo in modo tale da poter decidere il da farsi, in particolare dalla moratoria dei mutui potrebbero arrivare 45 milioni l'anno da poter utilizzare e "tappare" le tante falle presenti.

In più si attende ancora la votazione all'Ars del collegato alla finanziaria per poter garantire la copertura degli stipendi dei dipendenti e di quelle delle partecipate. L'aria tesa e stanca di Bonaccorsi era evidente: l'esponente dell'amministrazione ha avuto diversi incontri con le dirigenze del comune per razionalizzare la spesa, ma finché non si potrà procedere a un bilancio stabilmente riequilibrato la situazione continuerà ad essere critica in questa fase transitoria.

Potrebbe interessarti

  • Probiotici: cosa sono e perchè fanno bene

  • Emorroidi: cause, rimedi e prevenzione

  • Sbornia: cause, sintomi e rimedi

I più letti della settimana

  • Incidente stradale al villaggio Ippocampo, suv con sei minorenni capotta

  • "Hai mai fatto l'amore", la frase del romeno di 31 anni prima delle molestie: arrestato

  • Incidente stradale in tangenziale, auto pirata investe un motociclista e scappa

  • Topo d'appartamento preso dai "Falchi" in viale Mario Rapisardi

  • Incidente stradale a Bronte, un morto: traffico bloccato sulla statale 284

  • Pregiudicata spacciava cocaina a Gravina: presa dai carabinieri

Torna su
CataniaToday è in caricamento