Sponsorizzazioni Sidra per 200mila euro, arriva l'interrogazione del M5S

Il consigliere Bonaccorsi vuole vederci chiaro poiché una norma vieterebbe alle partecipate di effettuare pubblicità di questo genere

Duecentomila euro per fare da sponsor alle società dilettantistiche sportive di A1 e A2. Questa è la somma messa in campo dalla partecipata del Comune di Catania Sidra e approvata nel corso di un consiglio di amministrazione dello scorso 31 gennaio.

Le società, affiliate al Coni e con trasferte fuori dalla Sicilia da sostenere, potreanno fare richiesta di sponsorizzazione entro il 28 febbraio. Sulla questione è intervenuto il consigliere Graziano Bonaccorsi che ha presentato un'interrogazione in merito. Nello specifico il consigliere del Movimento Cinque Stelle ha richiamato una norma secondo la quale le partecipate non possono più sostenere oneri per la sponsorizzazione di iniziative o manifestazioni. Si tratta del decreto legge 78 che, nei fatti, vieterebbe di sostenere le attività delle squadre con il marchio dell’ente.

"Forse la legge è cambiata, forse vi sono delle novità normative che non conosco, comunque per togliere ogni dubbio ho presentato un'interrogazione", il commento di Bonaccorsi.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Spot
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In ogni caso la Sidra continua a rimanere sotto i riflettori: prima la mancanza d'acqua della scorsa estate, poi le bollette pazze seguite dallo scontro tra l'allora presidente Vitale e l'amministrazione comunale con uno "strappo" tra i lombardiani e i fedelissimi del sindaco. Dopo le acque agitate è arrivata la nomina di Fatuzzo, uomo di fiducia di Pogliese, a presidente e poi le polemiche sulle consulenze e sulle sponsorizzazioni.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Aveva preso due aerei ed un taxi per tornare in Sicilia: morta 73enne

  • "Sono uscito per vendere droga", lo dichiara nell'autocertificazione: arrestato

  • Coronavirus, l'avanzata resta costante: in Sicilia 73 nuovi casi, a Catania +30

  • Fanno la spesa, ma non possono pagare: due cittadini identificati

  • "A casa con febbre e tosse, ma nessun tampone", il racconto di un giornalista di CataniaToday

  • Coronavirus, al Garibaldi già dieci guariti con la terapia "combinata"

Torna su
CataniaToday è in caricamento