Teatro Bellini, Pogliese: "Un fondo per la comunicazione"

L'intervento del primo cittadino a seguito delle prime notizie positive per l'ente regionale

Dopo i primi spiragli di luce per il teatro Massimo Bellini e la ripresa della programmazione è arrivato l'intervento del primo cittadino Salvo Pogliese.

"La ripresa della programmazione del Teatro Massimo Bellini - spiega - è il migliore viatico per superare l’attuale crisi, che ha radici antiche, e avviare la rinascita della massima istituzione culturale catanese. Un impegno che vale quanto una garanzia, quello messo in campo a presidente Musumeci, dall’assessore Messina, dal commissario dottoressa Lo Cascio e dalle organizzazioni sindacali, i quali, ciascuno per la propria competenza, stanno facendo la loro parte per fare riaprire le porte del teatro con una proposta di alto profilo sia culturale che organizzativo".

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Poi l'impegno da sindaco metropolitano: "Il gioiello del Sada tornerà prestissimo centrale nell’offerta musicale nazionale e regionale e per questa finalità, dopo nove anni, posso annunciare che nel bilancio della Città metropolitana che ho appena predisposto, sono inseriti 350 mila euro per sostenere la ripresa del TMB. Inoltre, grazie all’incremento esponenziale di introiti che stiamo registrando con la tassa di soggiorno, per la seria lotta all'evasione tributaria che abbiamo avviato, dopo anni di colpevole lassismo, stanzieremo un fondo per la comunicazione turistico-culturale del Teatro Massimo Bellini come integrazione alle attività ordinarie. Anche questo un fatto inedito per gli ultimi anni, con il Comune che riesce finalmente a dare concretamente una mano al Teatro. Siamo consapevoli che Catania e Bellini sono un’unica cosa: ci stiamo rialzando tutti insieme, come atto d’amore verso una città che non merita di essere usata e strumentalizzata per tornaconti politici e o personali, come purtroppo finora è accaduto, sulla pelle dei lavoratori, delle maestranze e degli orchestrali di uno dei teatri più belli e importanti d’Europa e del mondo".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Scattano le prime multe da 400 euro per mancanza di mascherina

  • Falsi invalidi, il sistema architettato da 6 medici: 21 indagati

  • Coronavirus, anche oggi nessun decesso: a Catania zero nuovi contagi

  • Ikea, nuovi orari di apertura per lo store di Catania

  • Pensioni d’invalidità con la compiacenza di medici dell’Asp: sei misure cautelari

  • Operazione antimafia dei carabinieri, disarticolato il clan “Brunetto”: 46 arresti

Torna su
CataniaToday è in caricamento