Elezioni del rettore, i 5 Stelle frenano: "Perchè questa fretta?"

E' stato chiesto un incontro al premier Conte sul “caso” Catania

“Non comprendiamo l’improvvisa accelerazione del decano dell’università di Catania per le nuove elezioni del rettore che si terranno da qui a breve. Dopo una inchiesta giudiziaria molto pesante, che ha scoperchiato un pentolone di favoritisimi, concorsi truccati e familismo amorale, ci sembra doveroso aprire una fase di analisi e di riflessione profonda sui mali dell’ateneo”. Lo dichiara la deputazione catanese del Movimento Cinque Stelle che già in passato era intervenuta sulle vicende dell’università etnea, segnalando concorsi truccati e il caso di Giambattisca Sciré, ricercatore messo all’angolo in modo fraudolento in una selezione a vantaggio di un’altra candidata senza i titoli necessari.

“L’indagine in corso avrebbe dovuto portare i vertici. che guidano temporaneamente l’ateneo, a una maggiore cautela. Invece sembra che con un colpo di spugna e un nuovo rettore si voglia cancellare tutto. E’ un momento delicatissimo per una istituzione così importante per la Sicilia e per l’Italia che deve recuperare credibilità, prestigio e autorevolezza. Per questa ragione come Movimento Cinque Stelle abbiamo chiesto un incontro al premier Conte sul “caso” Catania, per individuare insieme la strada più giusta da seguire, affinché gli errori del passato non si ripetano più. Con l’istituzione di un osservatorio sui concorsi universitari, nato grazie al supporto del vice ministro Fioramonti, ci avevamo visto lungo".

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Premiate le 14 migliori pizze della Sicilia orientale

  • Dimentica di inserire il freno a mano, muore schiacciata dalla sua auto

  • Vedono la polizia e scappano a 150 chilometri orari, arrestati

  • Cinque arancini gourmet: le ricette della quinta edizione di Chicchi riso e uva di Sicilia

  • Incidente stradale a Zia Lisa, scontro tra auto e scooter: muore un ragazzo 21 anni

  • Auto rubate, la polizia scopre centrale di smantellamento: 4 arresti

Torna su
CataniaToday è in caricamento