Whatsapp regala 1000 Giga? Truffa senza conseguenze

Anche nel momento in cui si dovesse cliccare sul link che porta al sito che dovrebbe regalare i 100 giga non ci sarà alcuna conseguenza spiacevole per il nostro smartphone

Sono oramai innumerevoli i tentativi di truffa che vengono posti in essere tramite Whatsapp.  L'ultimo allarme in tal senso lo hanno lanciato gli analisti di Ezet, un'azienda di Israele che è specializzata in software antivirus.

In questi giorni molti utenti stanno ricevendo un messaggio all'interno del quale si afferma che Whatsapp regalerà 1.000 gigabyte di internet gratis per festeggiare i 10 anni di vita.

Per attivare questa promozione sarà necessario cliccare su un determinato link. Nel momento in cui si dovesse commettere l'errore di cliccare, per fortuna, il nostro smartphone per fortuna non verrà nè infettato nè subirà il furto di dati. Si verrà reindirizzati su un sito web che non ha malware e che non è stato creato per rubare dati sensibili agli utenti.

Secondo gli analisti di Eset si tratta semplicemente di una bufala che ha come obiettivo quello di dirottare il traffico su quel portale web grazie a questi annunci pubblicitari. Dietro questo ennesimo tentativo di truffa ci sarebbero i soliti noti, che hanno, come detto, come intento quello di fare pubblicità a determinati marchi.

Potrebbe interessarti

  • Emorroidi: cause, rimedi e prevenzione

  • Sbornia: cause, sintomi e rimedi

  • Probiotici: cosa sono e perchè fanno bene

  • Viaggiare in auto: consigli per combattere il caldo

I più letti della settimana

  • Incidente stradale al villaggio Ippocampo, suv con sei minorenni capotta

  • Incidente stradale sull'asse dei servizi, ferite due persone in moto

  • "Hai mai fatto l'amore", la frase del romeno di 31 anni prima delle molestie: arrestato

  • Incidente stradale in tangenziale, auto pirata investe un motociclista e scappa

  • Sparatoria a Ucria, il presunto assassino è originario di Paternò

  • Catania Summer Fest: tutti gli appuntamenti dal 17 al 31 agosto

Torna su
CataniaToday è in caricamento