Avellino-Catania, le pagelle: Lodi dirige l'orchestra, Di Piazza rapace d'area

Prestazione di altissimo livello dei rossazzurri. In mezzo al campo spadroneggia il numero 10 degli etnei, maestro nel dettare i tempi palla a terra. Il gioco sugli esterni di Camplone funziona alla perfezione. Caldo l'asse Pinto-Di Piazza, con il numero 9 bravo a trovare ben due volte la via della rete, dopo aver sciupato un'occasione iniziale

Ecco le pagelle di Avellino-Catania. Una vittoria con punteggio tennistico per la squadra di Camplone, finisce infatti 3-6 in casa dell'Avellino. Le reti del Catania portano la firma di Di Piazza (doppietta), Lodi, Bucolo, Welbeck, Mazzarani. Le tre reti dei padroni di casa sono state siglate da Albadoro e Di Paolantonio, autore di una doppietta.

Avellino (3-5-2): Abibi; Zullo, Morero, Laezza; Celjak, Di Paolantonio, Palmisano (77' Carbonelli), Rossetti (63' Silvestri), Micovschi; Alfageme (86' Petrucci), Albadoro. A disp.: Pizzella, Tonti, Njie, Saporito, Corcione, Falco

Catania (4-3-3): Furlan 6,5, Biondi 6, Saporetti 6, Silvestri 6, Pinto 7, Dall’Oglio 6 (67' Mazzarani 6,5), Lodi 7, Llama 6,5 (60' Welbeck 6,5), Sarno 6 (68' Catania 6), Di Piazza 7,5 (75' Curiale 6), Di Molfetta 7 (75' Bucolo 6,5). 

MiglioriToday. Camplone 9. Il voto più alto va al tecnico dei rossazzurri. Una squadra che fino allo scorso anno stentava a prendere in mano il pallino del gioco e a fare risultato in trasferta, improvvisamente riesce a rompere in 90 minuti i due più grandi tabù delle ultime stagioni. Non una magia, ma di certo il lavoro certosino iniziato dal nuovo tecnico, che avrà comunque ancora tanto da lavorare in fase difensiva per evitare qualche disattenzione di troppo. Promosso a pieni voti.

Lodi. Torna ad essere il faro del centrocampo, l'uomo cardine del gioco degli etnei. Il gioco palla a terra, fatto di fraseggi corti e geometrie, esalta uno dei giocatori più tecnici della categoria. Alle porte una nuova stagione da protagonista per lui? Rigenerato.

Di Piazza. Timbra due volte il cartellino e beneficia della mole importanti di palle gol create dalla squadra allenata da Camplone. Inizialmente sciupa un ghiotto invito di Sarno, poi partecipa alla festa del gol con due marcature da vero rapace d'area di rigore.

Di Molfetta. Prova maiuscola dell'esterno ex Piacenza, bravo a dare qualità ed imprevedibilità in fase offensiva. Nello schema disegnato da Camplone, gioca a sinistra, sfruttando il destro per andare alla conclusione o disegnare cross pennellati, come in occasione della rete dell'1-3. Rivelazione.

Pinto. Vero e proprio motorino sulla fascia sinistra. Arriva con facilità sul fondo, incrementando con i tempi giusti la forza offensiva e la pericolosità delle azioni offensive. Pendolino.

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Arresti a raffica della squadra mobile etnea

  • Premiate le 14 migliori pizze della Sicilia orientale

  • Dimentica di inserire il freno a mano, muore schiacciata dalla sua auto

  • Bucato profumato? Come pulire la lavatrice

  • Centro storico, la polizia mette i sigilli al pub "Area 51"

  • Cosa fare a Catania, i 15 eventi del week-end: Polpette in Festival, Sagra dei Fritti, Festa del Fungo Porcino

Torna su
CataniaToday è in caricamento