Calcio Catania, le parole del patron Pulvirenti: "Conti sono in ordine, nessun ostacolo alla cessione"

Torna a parlare il patron dei rossazzurri e lo fa ai microfoni di "Pianeta Catania". Un'analisi a 360 gradi, dalle vicende di campo alla situazione societaria

Nino Pulvirenti torna a parlare e lo fa ai microfoni di "Pianeta Catania". Un'analisi a 360 gradi quella del patron dei rossazzurri. A partire dalla situazione finanziaria del club: "I conti del Catania sono in ordine, non ha preso nessun punto di penalizzazione, si è iscritto regolarmente al campionato, non ha avuto nessun tipo di problema, rispetta le scadenze che hanno tutte le altre società di calcio dalla Serie C alla A" ha precisato.

Pulvirenti è rientrato all'interno del Cda del Calcio Catania, ricoprendo la carica di consigliere. "La mia condizione di squalifica, ancora un anno, non mi porta ad assumere incarichi di altro livello. Per me sarebbe una cosa bella ma ritengo che così facendo farei il male della società". Riguardo al capitolo cessione società, il patron degli etnei ha precisato: "A me sta a cuore il Catania. Il Catania non è mio per sempre. Il Catania è stato di tanta gente, della buonanima di Massimino, di altri imprenditori che si sono succeduti, io lo sto gestendo, credo da 15 anni, ma anche questa storia avrà una fine, è inevitabile. Ci sarà qualcun altro che subentrerà, non so dire quando e chi. Se dovesse esserci qualcuno che ha a cuore le sorti del Catania e che può fare meglio di quanto non stia facendo io farei l’operazione e sarei il primo ad essere contento, sarei il primo tifoso. Non si tratta di una questione economica. Posso ripetere, senza ombra di smentita, che fino a questo momento nessuno e dico nessuno si è avvicinato non per trattare il prezzo ma solo per dire ‘scusa, possiamo sederci per se eventualmente si può parlare della cessione del Catania’. Non c’è stato nessun pour parler [...] Nessuno ostacolo da parte mia se ci dovesse essere un gruppo che può fare meglio rispetto a quello che stiamo facendo noi"

Il capitolo esclusioni in rosa ha tenuto banco in quest'ultimo periodo. Riferendosi ai casi Biagianti e Bucolo in particolare Pulvirenti ha chiosato: "Io ho avuto modo di parlare sia con Marco che con Saro. Hanno sbagliato e da lì si è innescata una situazione che è andata oltre l’immaginazione. Non è morto nessuno e quindi credo che questa situazione possa sistemarsi"

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • La polizia arresta il gestore della "Trattoria il Principe"

  • Con un elicottero avevano rubato la Biga di Morgantina nel cimitero di Catania: 17 arresti

  • Mafia: blitz antidroga della polizia contro il clan Arena a Librino

  • Aggredisce due minori e si scaglia contro la guardia giurata intervenuta, arrestato

  • Biga Morgantina rubata dal cimitero di Catania, i nomi degli arrestati

  • Scarsa igiene, topi e lavoro nero: sequestrati 4 locali del centro

Torna su
CataniaToday è in caricamento