Cessione Calcio Catania e Torre del Grifo, tutti gli aggiornamenti

Dopo le dichiarazioni rilasciate ieri dal segretario provinciale della Fisascat Cisl, Rita Ponzo, CataniaToday è stato invitato a Torre del Grifo dall'amministratore unico, Gianluca Astorina. Nel pomeriggio invece il comunicato diramato dal presidente del Tribunale fallimentare di Catania aggiunge un nuovo tassello relativo all’extracampo

La redazione di CataniaToday ha focalizzato la sua attenzione in queste settimane su due questioni salienti riguardanti il Calcio Catania: da un lato la strada che potrebbe portare alla cessione del club attraverso una procedura competitiva, dall’altro la situazione di Torre del Grifo, struttura non ancora aperta al pubblico a differenza di altre palestre della città, già agibili dal 25 maggio, prima data utile dopo il periodo caratterizzato dalla pandemia Covid-19. 

Torre del Grifo

Dopo le dichiarazioni rilasciate ieri dal segretario provinciale della Fisascat Cisl, Rita Ponzo, CataniaToday è stato invitato a Torre del Grifo dall’amministratore unico del Calcio Catania, Gianluca Astorina. Non è stato consentito fare foto, né è stata rilasciata alcuna intervista. Soltanto un breve giro panoramico, passando dall’hotel riservato ai giocatori della prima squadra e alla squadra giovanile, dal settore dedicato alla mensa e alla foresteria, transitando infine nei pressi dell’ingresso della palestra, fino all'ingresso nella sezione ospitante le due piscine. E’ stato possibile sentire l’odore rilasciato nell’aria quale indizio dell’inizio dei lavori di sanificazione, in attesa dei successivi lavori di pulizia. All’ingresso di ogni plesso sono presenti soluzioni idroalcoliche per l’igiene delle mani, così come le segnaletiche che indicano l’entrata e l’uscita per favorire la corretta gestione dei flussi delle persone. In prossimità della reception, prima dell’ingresso alla palestra e alla piscina, erano presenti alcuni tecnici intenti nella misurazione delle distanze da far rispettare agli utenti che usufruiranno della struttura. L’intenzione sarebbe, quindi, quella di riaprire giorno 15 giugno, data subentrata successivamente a quella iniziale di giorno 8 giugno. Sul fronte lavoratori, l’amministratore unico Astorina ha confermato che i dipendenti aspettano la tredicesima, mentre per quanto riguarda gli istruttori e le partite iva, Astorina riferisce come resti da pagare ancora il mese di febbraio.

Tribunale: pressing su Finaria

Nuova notizia anche sul fronte cessione. Il Tribunale infatti ha emesso una nota ufficiale dove ha precisato come al momento Finaria non abbia presentato alcuna istanza per l’avvio della procedura competitiva per la vendita del Calcio Catania, asset di Finaria. La nostra redazione nei giorni scorsi aveva illustrato le possibili tempistiche di una procedura competitiva, che sarebbe una sorta di "asta" per arrivare a decretare la cessione del Calcio Catania. Tempi tutt’altro che celeri. In vista della prossima iscrizione alla nuova stagione e al nuovo campionato non è molto invece il tempo a disposizione, il termine ultimo potrebbe essere quello del 31 agosto, e la presa di posizione, forte, da parte del presidente del Tribunale Fallimentare, Francesco Mannino, potrebbe voler andare nella direzione di un’accelerazione nelle tempistiche e potrebbe rivelarsi un sollecito all’attuale proprietà del club.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

"Trattandosi di vicenda di particolare interesse sociale, - si legge nel comunicato diramato dal Tribunale - in relazione alle proposte di concordato ex art. 161 comma 6 fall. depositate da Finaria s.p.a. in liquidazione e Calcio Catania s.p.a., appare opportuno segnalare che, ad oggi, non risulta presentata al Tribunale di Catania, alcuna istanza per l’avvio della procedura competitiva per la vendita dell’asset azionario del Calcio Catania s.p.a. e del titolo calcistico “Calcio Catania”. Per queste ragioni, in relazione alle informazioni specifiche in possesso della proponente in ordine all’evoluzione del campionato di calcio, il Tribunale di Catania – sezione fallimentare – con decreto in data odierna ha ritenuto necessario acquisire da Finaria s.p.a. in liquidazione elementi conoscitivi di dettaglio per effettuare le doverose valutazioni all’adeguatezza sull’attività della ricorrente, funzionale alla predisposizione della proposta e del piano concordatari".
 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Motociclista 47enne in gravi condizioni al Cannizzaro

  • Prezzi delle case a Catania: la mappa zona per zona

  • Coronavirus, in Sicilia due nuovi casi e un morto

  • Superbonus edilizia: "Accelerare i tempi, serve meno burocrazia"

  • Coronavirus, in Sicilia situazione stabile: scoperto un nuovo caso

  • Rete di pusher agiva in diverse piazze di spaccio, scattano gli arresti

Torna su
CataniaToday è in caricamento