Calcio Catania, piove sul bagnato: stop di un mese per Emanuele Catania

La brusca frenata sul piano del gioco e del risultato non è l'unica nota negativa della domenica calcistica appena trascorsa. Durante il match in Basilicata infatti sono usciti anzitempo dal campo Saporetti, Esposito e Sarno. Finale di partita con un problema fisico invece per l'attaccante catanese

La sconfitta contro il Potenza ha lasciato il segno anche fuori dal campo. La brusca frenata sul piano del gioco e del risultato non è infatti l'unica nota negativa della domenica calcistica appena trascorsa. Durante il match in Basilicata infatti sono usciti anzitempo dal campo Saporetti, Esposito e Sarno. Finale di partita con un problema fisico invece per Emanuele Catania. L'esterno catanese è rimasto in campo sino al termine del match dimostrando una grande determinazione. Gli esami effettuati in mattinata hanno dato purtroppo notizie poco confortanti: Emanuele Catania ha riportato la frattura composta del quarto e del quinto metatarso del piede sinistro. L'attaccante dovrà attendere trenta giorni per il ritorno sul rettangolo verde.

Per Lorenzo Saporetti lussazione del primo dito del piede sinistro: le condizioni del difensore saranno attentamente monitorate nel corso della settimana e pertanto è in dubbio la disponibilità per la sfida alla Viterbese Castrense. In programma ulteriori controlli per verificare le condizioni di Andrea Esposito, Andrea Mazzarani e Vincenzo Sarno, prima di avere il bollettino definitivo di una sfida da dimenticare in fretta. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Librino, in 40 aggrediscono due agenti che tentavano di fermare una moto senza targa

  • Tentato omicidio a Palagonia, coltellate e spari dopo una lite: un ferito

  • Rientra e trova armi e oltre 6 chili di hashish nel suo deposito

  • "Gli italiani scelgono Catania per il Natale 2019 e il Capodanno 2020"

  • Scopre di essere incinta poco prima di partorire: ma la bambina muore

  • Agenti aggrediti a Librino, arrestato un diciottenne

Torna su
CataniaToday è in caricamento