Catania con il cuore oltre l'ostacolo, i rossazzurri si impongono per 3-2

Orgoglio, sacrificio, determinazione, cattiveria agonistica. Tutti aggettivi che caratterizzano il Catania di oggi, in grado di vincere per 3-2 nella ripresa nonostante l'uomo in meno. Una gara rocambolesca, condizionata dalla scelta del direttore di gara che decide di espellere Scarsella in occasione del rigore concesso agli ospiti

Orgoglio, sacrificio, determinazione, cattiveria agonistica. Tutti aggettivi che caratterizzano il Catania di oggi, in grado di vincere per 3-2 nella ripresa nonostante l'uomo in meno. Una gara rocambolesca, condizionata dalla scelta del direttore di gara che decide di espellere Scarsella in occasione del rigore concesso al Martina Franca, decisione discutibile. Penalty che rimette in partita gli ospiti. Bravo poi il Catania a tornare avanti.

LE PAGELLE

INIZIO AGEVOLE. Il Catania parte bene sugli esterni. Falcone e Nunzella lavorano alla grande sulla catena di sinistra, e a destra Lulli si inserisce con i tempi giusti. Da un cross del centrocampista, ben calibrato e rasoterra, arriva la rete del vantaggio, siglata da un rapace Calil. La reazione del Martina Franca non tarda a venire e Schetter taglia in due la difesa rossazzurra, statica nell'occasione, e supera Bastianoni, ma il suo sinistro viene murato sulla linea da uno strepitoso Nunzella.

I rossazzurri sono a tratti devastanti. Ancora da sinistra arrivano i pericoli per gli ospiti. Scarsella si invola, arriva sul fondo e sforna un cross al bacio che Calderini ribadisce in rete di testa. Bravo Pancaro a lavorare sugli esterni: la sua mano si vede, e non poco, in questo Catania. La partita scivola via senza emozioni per il resto della prima frazione. I rossazzurri tengono in mano il pallino del gioco e manovrano con disinvoltura, alzando e abbassando i ritmi con maestria. Il Martina Franca, invece, quando si affaccia dalle parti di Bastianoni, è sempre impreciso negli ultimi metri.

L'EPISODIO CHE RIAPRE IL MATCH. Inizio di ripresa imprevedibile. Tutto ruota intorno all'episodio chiave che porta all'espulsione di Scarsella. Il numero 10 rossazzurro, secondo il direttore di gara, commette un fallo da ultimo uomo, atterrando in area di rigore un avversario. Decisione che farà discutere, sia per la dinamica del fallo, sia per la scelta di espellere il centrocampista. Baclet non sbaglia dal dischetto e la gara si mette in salita per gli etnei, costretti a difendere il gol di vantaggio. Il Catania inevitabilmente arretra il baricentro e gol del pareggio non tarda ad arrivare. E' un calcio piazzato di Baclet a freddare Bastianoni, forse non esente da colpe vista la distanza del punto di battuta. I minuti passano e continua a piovere sul bagnato, con Castiglia, da poco entrato al posto di Lulli, è costretto a lasciare il campo per infortunio: dentro Russo.

Nel momento più difficile la squadra di Pancaro dimostra di avere coraggio e riesce, con un uomo in meno, a tornare in vantaggio. E' ancora Calil a mettere la firma, dopo un assist di testa, questa volta di Russotto. Avrebbe anche la palla del 4-2 Calil, servito bene da un ottimo Russo, ma il numero 9 sciupa. Il Catania tiene bene, ma il vero pericolo arriva un minuto dopo: sul ribaltamento di fronte è Bastianoni a superarsi, riscattando l'intervento non impeccabile in occasione del 2-2. Il numero 1 riesce, con un guizzo d'istinto, a respingere un colpo di testa ravvicinato. E' uno degli ultimi sussulti che sanciscono la vittoria di un Catania eroico e pragmatico allo stesso tempo.

TABELLINO CATANIA-MARTINA-FRANCA 3-2 (Falcone 12'- Calderini 20'- Calil 79'; Baclet 52'-69')

Catania 4-3-3 Bastianoni, Garufo, Pelagatti, Bergamelli, Nunzella, Agazzi, Scarsella, Lulli (Castiglia 56'; 68' Russo), Falcone, Calil, Calderini (Russotto)

Spettatori paganti: 11329, abbonati intorno ai 5 mila e 500.

Ammoniti: Bergamelli, Rullo, Viola, Schetter, Cristea, Marchetti

Espulsi: Scarsella

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

Notizie di oggi

  • Cronaca

    Catania, dichiarato il dissesto, Pogliese: "Non è l'apocalisse, risorgeremo"

  • Cronaca

    Dissesto, selfie e complotti: fotografia di un consiglio comunale

  • Cronaca

    Belpasso, arrestati due rapinatori violenti

  • Cronaca

    Minaccia di buttarsi dalla scogliera del lungomare, salvato dalla polizia

I più letti della settimana

  • Tragedia a Paternò, sterminata famiglia con due bambini piccoli: ipotesi omicidio-suicidio

  • Tragedia a Paternò, uccide la moglie e i due figli: poi si suicida

  • La storia di Sebastiano e del suo "papà coraggio" volato a Sydney per salvarlo

  • Incidente mortale a Piano Tavola, perde la vita un 27enne di Paternò

  • Forte esplosione a Librino, in una palazzina di viale Nitta: intervento dei vigili del fuoco

  • Gli arresti della squadra mobile per spaccio, estorsione e truffa

Torna su
CataniaToday è in caricamento