Catania, penalizzazione di un punto per violazioni Covisoc

Dopo l'attesa arriva l'ufficialità dell'ulteriore punto di penalizzazione in classifica ai danni del Catania, che va a sommarsi ai 6 punti inflitti per il "caso Castro". Comminata anche un'ammenda di 500 euro

Dopo l'attesa arriva l'ufficialità dell'ulteriore punto di penalizzazione in classifica ai danni del Calcio Catania, che va a sommarsi ai 6 punti inflitti per il "caso Castro". Comminata anche un'ammenda di 500 euro per contestata recidiva.

Il procuratore federale ha inoltre deferito Nicolò Micena, all'epoca dei fatti amministratore unico e legale del Calcio Catania, e Giuseppe Bonanno, direttore Generale e legale del Calcio Catania. Per entrambi 2 mesi di inibizione.

Il motivo che ha portato alla penalizzazione è stato specificato nel comunicato diramato dalla Figc“Segnalazione della CO.VI.SO.C. in ordine al mancato versamento da parte della Società Calcio Catania Spa, entro il 18 aprile 2016, delle ritenute Irpef e dei contributi Inps relativi agli emolumenti dovuti ai tesserati per le mensilità di gennaio e febbraio 2016"

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

Notizie di oggi

  • Cronaca

    Piano regolatore, il presidente di Ance Catania: "Priorità a sicurezza e riqualificazione"

  • Cronaca

    Aggressione a studente davanti al De Felice: zigomo rotto e trenta giorni di prognosi

  • Cronaca

    Animali maltrattati, demolito canile abusivo in via Ustica

  • Cronaca

    Arrestato latitante, aveva distrutto barriera telepass in provincia di Arezzo

I più letti della settimana

  • Blitz antimafia, tra gli arrestati anche il cantante neomelodico Andrea Zeta

  • Dalla musica neomelodica di Zeta agli affari del clan Santapaola: l'ascesa della famiglia Zuccaro

  • Sidra, niente acqua a Catania il 18 marzo: ecco le zone interessate

  • Clan Santapaola-Ercolano, 14 arresti: imponevano anche la sicurezza nei locali

  • Diverbio tra automobilisti, minacce e danneggiamento: padre e figlio indagati

  • Sbranò un bimbo a Mascalucia, ora Asia è stata rieducata e adottata

Torna su
CataniaToday è in caricamento