Divieto vendita alcol durante le partite, è polemica

E' polemica a Catania sull'ordinanza scattata ieri che vieta, nelle zone limitrofe lo stadio Angelo Massimino, la vendita di alcol prima e dopo la prima partita casalinga del Calcio Catania

E' polemica a Catania sull'ordinanza scattata ieri che vieta, nelle zone limitrofe lo stadio Angelo Massimino, la vendita di alcol prima e dopo la prima partita casalinga del Calcio Catania.

Il divieto, disposto dal sindaco Raffaele Stancanelli in accordo con il Questore, riguarda, infatti, la vendita al pubblico di bevande alcoliche che non potrà essere effettuata nelle tre ore antecedenti l'inizio della disputa e un'ora dopo la fine.

L'ordinanza, che sarà valida per tutta la stagione calcistica quando la squadra rossazzurra disputerà le gare interne, prevede inoltre il divieto di vendere bibite in recipienti di vetro, plastica o lattine. Sarà invece consentita la somministrazione di bevande solo in bicchieri di plastica.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Vertice a Catania sul Coronavirus: chi ha sintomi non vada in ospedale

  • Operazione Thor, 23 omicidi di mafia commessi in 20 anni: 23 arresti

  • Coronavirus, Assessore Razza: "Sospetto caso positivo a Catania"

  • Giuseppe Torre, torturato e bruciato vivo: dopo 28 anni fatta luce sulla morte di un innocente

  • Mafia, omicidi e lupara bianca: i nomi degli arrestati

  • Musumeci convoca nuovo vertice sul Coronavirus: in arrivo misure precauzionali

Torna su
CataniaToday è in caricamento