Ekipe Orizzonte sul tetto della pallanuoto italiana, arriva il titolo nazionale numero 20

L'atto conclusivo è stato preceduto dalla semifinale disputata e vinta per 8 a 6 contro Plebiscito Padova, nella sfida che ha ufficialmente sancito la "vendetta sportiva" a distanza di un anno

Una stagione da incorniciare per le ragazze dell'Orizzonte Catania. Sacrificio, sudore e traguardi, uno a livello europeo, con la conquista della coppa Len e l'altro in Italia, con il titolo irridato numero 20 della storia del club. La squadra etnea si è aggiudicata il titolo di campione d'Italia dopo aver battuto per 6 a 3 la Sis Roma nella sfida finale dei playoff scudetto andata in scena alla Plaia di Catania.

L'atto conclusivo è stato preceduto dalla semifinale disputata e vinta per 8 a 6 contro Plebiscito Padova, nella sfida che ha ufficialmente sancito la "vendetta sportiva" a distanza di un anno, nella finale scudetto 2017-2018 infatti Plebiscito Padova si era aggiudicata il titolo di campione d'Italia. La vittoria delle ragazze del tecnico Martina Miceli spezza un digiuno durato 8 anni. Una sfida intensa e combattuta quella disputata contro la squadra capitolina, ma decisa dopo l'allungo decisivo arrivato nel terzo e quarto tempo. 

Raggiante il coach delle catanesi, in acqua con tutta la squadra e la dirigenza al termine del match: "In giornate come questa - ha detto Martina Miceli –-vengono in mente i momenti difficili vissuti. Vedere Isabella, Claudia, Valeria vincere uno Scudetto da protagoniste, considerando che fino a qualche anno fa tutti ci davano per spacciati è un’emozione indescrivibile. Noi invece siamo rimaste tutte lì a soffrire, qualcuno ci dava per retrocesse ma noi abbiamo continuato a lottare. Vedere oggi tutti questi bambini sugli spalti è bellissimo, perchè l’Orizzonte non è solo quello della seconda stella ma sono anche loro, che rappresentano il nostro futuro. Dobbiamo dire grazie alla famiglia Ekipe, tre anni fa ci siamo incontrati quasi per caso, ci siamo innamorati gli uni degli altri ed è venuto fuori questo progetto. Io e Tania abbiamo promesso che se ci fossero stati vicini avremmo vinto lo Scudetto in tre anni e così è stato. Ovviamente la pressione era enorme, perchè sapevamo di aver promesso qualcosa che dipendeva anche dagli episodi, però sapevamo di potercela giocare fino in fondo. Sicuramente è stato un anno fantastico, perchè complicatissimo. Con le ragazze abbiamo toccato il fondo, arrivando anche a detestarci a volte. Però era una cosa necessaria perchè bisognava tirare fuori qualcosa in più. Queste ragazze hanno dimostrato di cosa sono capaci quando giocano da squadra. Hanno dimostrato di essere non solo delle grandissime atlete, ma anche delle donne con la D maiuscola. Devo ammettere che è stato un anno davvero faticoso e che senza le persone che mi sono state accanto non ce l’avrei mai fatta. In questi mesi sono cambiate tante cose, il periodo più nero è stato quando abbiamo perso a Rapallo a dicembre. Lì abbiamo azzerato tutto e ricominciato. Tutte le ragazze meritano una menzione particolare, ma mi piace farlo soprattutto per Arianna Garibotti. Certamente è stato un anno difficile per me e per lei, per mesi non ci siamo guardate in faccia. Io ero convinta di alcune cose perchè lei potesse dare il meglio di sè in acqua e Arianna ha dimostrato di essere la vera leader di questa squadra, oltre ad aver fatto vedere sia ieri che oggi di essere una delle giocatrici più forti del mondo. Sapevamo che la partita contro la Roma, così come in tante altre occasioni, bisognava vincerla in difesa. Poi l’apporto di Giulia Gorlero è stato determinante, ma lo è stato sempre sia dal punto di vista tecnico che umano. Lei è il vero portiere con la calottina rossa, dentro e fuori dall’acqua. Penso anche a Roberta Bianconi, che ha vissuto un anno difficile ed è stata investita di una responsabilità enorme che non si aspettava ed è venuta fuori nei momenti importanti, sia in Coppa che per lo Scudetto, e non era facile. Ma penso davvero a tutte, perchè tutte sono state fantastiche non solo oggi".

TABELLINO EKIPE ORIZZONTE-SIS ROMA 6-3 (0-1, 3-0, 1-2, 2-0)

Potrebbe interessarti

  • Probiotici: cosa sono e perchè fanno bene

  • Emorroidi: cause, rimedi e prevenzione

  • Sbornia: cause, sintomi e rimedi

  • Viaggiare in auto: consigli per combattere il caldo

I più letti della settimana

  • Incidente stradale al villaggio Ippocampo, suv con sei minorenni capotta

  • "Hai mai fatto l'amore", la frase del romeno di 31 anni prima delle molestie: arrestato

  • Incidente stradale in tangenziale, auto pirata investe un motociclista e scappa

  • Sparatoria a Ucria, il presunto assassino è originario di Paternò

  • Topo d'appartamento preso dai "Falchi" in viale Mario Rapisardi

  • Inseguono autobus con una "moto ape" per aggredire autista: denunciati

Torna su
CataniaToday è in caricamento