Leonardi nega il suo accostamento al Calcio Catania: "Nessuna proposta avanzata"

"Né io, né i miei commercialisti siamo mai stati a Torre del Grifo per avanzare alcuna proposta o sondare il terreno. Sono il Presidente della Sicula Leonzio e ho a cuore esclusivamente le sorti della mia squadra" ha aggiunto il patron della Sicula Leonzio, dichiarandosi concentrato sul campionato in corso

Il presidente della Sicula Leonzio, Giuseppe Leonardi, è stato accostato al Catania nell'ultimo periodo. In particolare in un articolo de "La Sicilia" apparso in data odierna, il giornalista Giovanni Tomasello ha affermato come i commercialisti del patron della Sicula sarebbero stato avvistati a Torre del Grifo. Pronta la risposta di Leonardi che con un comunicato ufficiale apparso nel sito della Sicula Leonzio, precisa:

"Né io, né i miei commercialisti siamo mai stati a Torre del Grifo per avanzare alcuna proposta o sondare il terreno. Sono il Presidente della Sicula Leonzio e ho a cuore esclusivamente le sorti della mia squadra, che seguo ogni domenica, anche in trasferta. Pertanto, invito gli organi di informazione a non divulgare notizie prive di qualsiasi fondamento a riguardo, in quanto potenzialmente destabilizzanti nei confronti di un ambiente concentrato solo sul campionato in corso. La mia, e nostra, attenzione è mirata esclusivamente nel migliorare in maniera netta il posizionamento in classifica della Sicula Leonzio, che non rispecchia affatto le nostre ambizioni e le nostre potenzialità"
 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • La spartizione dei soldi del clan Santapaola-Ercolano: "C'è u nanu ca tuppulìa"

  • Aggressione ai poliziotti al "Tondicello", presi gli autori

  • Librino, in 40 aggrediscono due agenti che tentavano di fermare una moto senza targa

  • Tentato omicidio a Palagonia, coltellate e spari dopo una lite: un ferito

  • Cannizzaro, paziente ringrazia chirurghi e infermieri regalando 10 televisori al reparto

  • Poste Italiane cercano portalettere anche a Catania

Torna su
CataniaToday è in caricamento