Lodi va alla Triestina: un pezzo di storia lascia il Calcio Catania

Era entrato definitivamente nella storia del club appena 4 mesi fa siglando la sua rete numero 50 con la maglia del Calcio Catania. Il presente racconta invece altro: il numero 10 firma un contratto fino al 30 giugno del 2021 con il nuovo club

fonte foto Gianluca Di Marzio.com

Era entrato definitivamente nella storia del club appena 4 mesi fa siglando la sua rete numero 50 con la maglia del Calcio Catania. Due perle su calcio piazzato contro la Cavese degne delle migliori parabole magiche disegnate in palcoscenici importanti durante la sua storia a tinte rossazzurre. Come dimenticare nel lontano 2011 la rete all'ultimo respiro siglata in casa della Juventus e di fronte ad un altro numero 10 del calibro di Alessandro Del Piero. Sempre in quella stagione dal suo sinistro partirono due traiettorie magiche capaci di ribaltare l'esito di una partita al cardiopalma contro il Lecce allenato da De Canio.

Ricordi che hanno fatto la storia del club rossazzurro. Il presente racconta invece altro. Lodi firma un contratto fino al 30 giugno del 2021 con la Triestina e lascia le sue ultime parole attraverso la sua fan page ufficiale di Instagram: "Ero convinto di chiudere la mia carriera a Catania, ma è andata così. Amo Catania, amo il Catania e sarò per sempre rossazzurro. Non farò mai nessuna polemica, perché il mio legame con questa città e questa società sarà e resterà esterno. Grazie a chi mi ha sempre sostenuto, a chi mi ha sostenuto meno, a chi mi ha dato la possibilità di indossare anche una volta quella maglia, a chi mi ha allenato, ai miei compagni, ma soprattutto ai tifosi del Catania, anima di questa città. Ero tornato per contribuire al ritorno nel calcio vero del mio Catania. Non ce l'abbiamo fatta, una traversa e qualche negligenza mi hanno risvegliato dal sogno. Questo sarà per sempre il mio grande rimpianto, ma per il Catania si tifa sempre nella buona e nella cattiva sorte. Non sarà mai un addio perché questa sarà sempre casa mia".

Un epilogo che arriva dopo il messaggio inviato dalla società di via Magenta ai calciatori in organico del Catania alla vigilia del Natale appena concluso. "Trovatevi una squadra": un messaggio figlio della politica di tagli al monte ingaggi portata avanti dall'attuale proprietà.

La parentesi in serie C, dopo la parabola discendente della gestione Pulvirenti, del numero 10 è tutta racchiusa in quella punizione che avrebbe potuto regalare il ritorno in serie B. Destino diverso, rispetto alle tante gioie e parabole vincenti del passato. Contro il Siena la traversa ha detto no alle ultime speranze del numero 10 e della piazza etnea di risalire la china. Nell'esito finale di questo calcio piazzato si racchiude la storia del ritorno al Catania di Francesco Lodi avvenuto nell'estate del 2017. Una scintilla mai pienamente innescata sul campo negli anni in serie C. Un contributo dal punto di vista realizzativo sempre presente quello del numero 10, ha infatti siglato 26 reti nelle ottantotto presenze complessive, ma anche tanti blackout in alcune delle disfatte sportive più pesanti che hanno segnato il cammino della squadra nelle ultime stagioni.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Blitz antimafia dei carabinieri, 38 arresti: nuovo colpo al clan Santapaola-Ercolano

  • In manette i "broker" della droga sotto il segno del Malpassotu e dei Santapaola

  • Blitz antimafia contro Cosa nostra etnea, i nomi degli arrestati

  • Violati i sigilli al laboratorio dell'Etoile d'Or: nuova ispezione e chiusura del bar

  • Mafia dei Nebrodi e i rapporti con i Santapaola: arresti anche a Catania

  • Blatte e sporcizia nel laboratorio del bar "Etoile d'Or" di via Dusmet

Torna su
CataniaToday è in caricamento