Qualificazioni Tokyo 2020 volley femminile, Ofelia Malinov: "Abbiamo bei ricordi di Catania"

Palleggiatrice dell'Italia femminile. Il destino delle azzurre passa anche dalle sue mani, sempre al servizio delle compagne. L'atleta della Savino Del Bene Scandicci vanta 156 presenze in nazionale e dopo una stagione senza sosta è pronta a dare il suo contributo per centrare il bersaglio grosso

La strada verso le Olimpiadi di Tokyo 2020 dell'Italia di volley femminile passa da Catania, con le sfide in programma dal 2 al 4 agosto contro Kenya, Belgio e infine Olanda. Destino, quelle delle azzurre impegnate al PalaCatania, custodito nelle mani di Ofelia Malinov, palleggiatrice della squadra allenata da coach Davide Mazzanti. Dopo il World Gran Prix del 2015, l'atleta nata a Bergamo torna a Catania con la nazionale italiana per disputare gare in competizioni ufficiali. Malinov ricorda con piacere l'ultimo evento disputato in terra sicula: "Abbiamo bei ricordi di Catania e siamo stati accolti bene. Siamo cariche e motivate per questo appuntamento e contente di giocare in casa, davanti al nostro pubblico".

Le ultime due settimane trascorse tra campo e palestra hanno dato un effetto benefico e sono state soprattutto funzionali nel preparare al meglio le sfide delicate e che valgono, in caso di primo posto, la qualificazione diretta alle prossimi olimpiadi di Tokyo. "Le due settimane di lavoro ci sono servite parecchio. Arriviamo con un ottimo lavoro fatto in allenamento e con la consapevolezza di poter fare bene e raggiungere l’obiettivo qualificazione" precisa la Malinov.

Stagione lunga, ma anche logorante quella disputata dalle atlete azzurre, prima di arrivare a questo appuntamento saliente: "Dal Mondiale dell’anno passato (2018 ndr) non c’è mai stato un attimo di sosta, questo a livello di testa non è semplice da gestire, soprattutto è difficile mantenere la concentrazione alta. Bisogna essere bravi a staccare e sfruttare i giorni di riposo perché serve anche questo in fase di preparazione. Ora siamo alle porte di un impegno fondamentale: non ci sono scuse, bisogna dare il massimo e poi penseremo al resto” conclude la Malinov, determinata in vista della prima sfida in programma venerdì 2 agosto, ore 21.00, al PalaCatania.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Librino, in 40 aggrediscono due agenti che tentavano di fermare una moto senza targa

  • Tentato omicidio a Palagonia, coltellate e spari dopo una lite: un ferito

  • Rientra e trova armi e oltre 6 chili di hashish nel suo deposito

  • "Gli italiani scelgono Catania per il Natale 2019 e il Capodanno 2020"

  • Agenti aggrediti a Librino, arrestato un diciottenne

  • Sequestro di beni all'ex reggente degli Ercolano: nel mirino anche il garage di via Cimarosa

Torna su
CataniaToday è in caricamento