Si è spento Todo Calvanese, bomber del "clamoroso al Cibali"

L'ex giocatore rossoazzurro aveva 85 anni e la sua scomparsa è stata annunciata dal Velez, dove allenava nel settore giovanile

Catania piange la scomparsa di Salvador "Todo" Calvanese, il talentuoso attaccante argentino - classe 1934 - che ha scritto pagine indelebili per il club rossoazzurro. Era un altro calcio, un'altra epoca. Era il calcio della voce inconfondibile di Sandro Ciotti, un calcio molto più umano, un calcio che entusiasmava i tifosi etnei che videro la squadra arrivare a centrare due ottavi posti nel 1960/61 e nel 1964/65.

Calvanese è legato anche a quella partita vinta con l'Inter in casa due a zero, quella entrata nella leggenda con il "clamoroso al Cibali" pronunciato da Sandro Ciotti. Il ricordo di quelle prodezze è anche nel murales dello stadio che ritrae Calvanese tra le glorie rossoazzurre. La sua scomparsa è stata annunciata dal Velez, dove allenava nel settore giovanile. Nell'arco della sua esperienza etnea, il talentuoso Todo collezionò 132 presenze e realizzò 29 reti. In occasione della gara con la Sicula Leonzio, in programma domenica 10 novembre alle 17.30 al 'Massimino', il Calcio Catania ha richiesto alla Lega italiana calcio professionistico l'autorizzazione ad apporre sulla maglia rossazzurra la fascia in segno di lutto al braccio e ad osservare un minuto di raccoglimento prima del fischio d'inizio.

"Alla famiglia Calvanese, giungano le sincere condoglianze del nostro club", si legge in un comunicato della società etnea.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Esplosione a Librino, ladri piazzano bomba davanti a un tabacchi: un morto

  • Assalto in banca con escavatore a Trecastagni: si cercano i ladri in fuga

  • "Cattivo Tenente", i nomi degli arrestati

  • Bomba davanti a distributore tabacchi, identificata la vittima: 19enne incensurato e studente

  • Beccati a lavorare e confezionare 180 chilogrammi di marijuana, arrestati

  • Squadra mobile smantella piazza di spaccio a San Giovanni Galermo

Torna su
CataniaToday è in caricamento