Torneo di ping pong per l'inclusione all'I.C.Tomasi di Lampedusa

Si è appena concluso con successo il 1° torneo di ping pong organizzato dal gruppo di docenti di sostegno dell’istituto Comprensivo “Tomasi di Lampedusa” nell’ambito del progetto “Officina Creativa” dedicato all’inclusione, con la guida tecnica dei proff. Riccardo Collura e Concetta Mantelli

Si è appena concluso con successo il 1° torneo di ping pong organizzato dal gruppo di docenti di sostegno dell’istituto Comprensivo “Tomasi di Lampedusa” nell’ambito del progetto “Officina Creativa” dedicato all’inclusione, con la guida tecnica dei docenti Riccardo Collura e Concetta Mantelli. Un’iniziativa nuova e che quasi certamente avrà la sua seconda edizione, considerato l’entusiasmo con cui è stata accolta dagli studenti e dagli ospiti coinvolti nella premiazione finale del 20 maggio. A premiare i più meritevoli con coppe e medaglie, sono intervenuti l’assessore allo Sport e alla Pubblica Istruzione del Comune di Gravina, Patrizia Costa, e il delegato provinciale del C.I.P. Catania (Comitato Italiano Paralimpico) nonché tecnico federale del F.I.T.E.T (Federazione Italiana Tennistavolo), Claudio Pellegrino, che ha, tra l’altro, arbitrato le partite conclusive. Il Dirigente Scolastico, prof.ssa Maria Virginia Filippetti, presente alla manifestazione, auspica per il prossimo anno l’attivazione di un’edizione del torneo che coinvolga in una vera e propria rete le altre scuole del territorio. Proposta, questa, subito colta dal tecnico Pellegrino, che così rilancia: "Sarebbe mio desiderio avviare un progetto PON con dei corsi pomeridiani da svolgere a scuola nel pomeriggio con due tavoli da ping pong, lezioni aperte agli studenti, ma anche ai docenti che eventualmente vogliano mettersi in gioco in prima persona. Ho già realizzato tra febbraio e aprile di quest’anno un progetto simile nella scuola Sante Giuffrida di Catania ed è stata un’esperienza da ripetere". E alla domanda sulle sue precedenti attività legate all’inclusione e al variegato mondo della disabilità, così risponde: «Mi occupo da anni di attività sportive volte all’abbattimento delle barriere che separano i cosiddetti normodotati e i disabili anche attraverso corsi di nuoto e sub, facendo parte del Consiglio Direttivo dell’associazione LifeOnlus, e ho realizzato presso il Centro Autismo dell’Asp di Catania un laboratorio per autistici di basket, tennistavolo e altre “attività motorie adattate”, dove per “adattate” non intendo solo ai ragazzi, bensì anche all’ambiente che ci circonda, attività che sfruttino le cose che si hanno a disposizione in modo creativo». Inoltre – e così conclude - "vi aspettiamo numerosi alla Festa dello Sport che si terrà al lungomare di Catania il 2 giugno dalle 9 alle 12 nella nostra area paralimpica". Ma torniamo ai veri protagonisti: gli alunni della scuola “Tomasi di Lampedusa”. Premiati i migliori 3 competitor in categoria maschile e le prime 3 in categoria femminile: rispettivamente, Simone Montagna (1° classificato), Francesco Ricca (2°) e Giorgio Motta (3°); Morena Catania (1°), Maria Chiara De Losa (2°) ed Elisabetta Sapienza (3°). Per i ragazzi una grande soddisfazione. Ma anche per chi ha lavorato da ben 16 anni nell’ideazione e realizzazione del Progetto “Officina Creativa”. "La nostra è una vera e propria missione che mira all’inclusione nel senso vero della parola. – così esordisce la responsabile del progetto, prof.ssa Maria Concetta Coco, referente del gruppo di dei docenti di sostegno della scuola secondaria - Il nostro progetto è in continua evoluzione e lo rinnoviamo in base a risorse ed utenza sulla base di precise esigenze didattiche ed educative. Ogni anno si confrontano a rotazione gli alunni della scuola, normodotati e disabili, in un clima di collaborazione in cui ognuno dà il suo specifico apporto. Alla fine concludiamo con un evento aperto all’esterno, in primis ai genitori. L’anno scorso abbiamo puntato sul gioco dell’oca, su manufatti artigianali e sulla realizzazione di un Presepe. Quest’anno abbiamo voluto sperimentare un gioco nuovo acquistando un tavolo da ping pong, e la scommessa è stata vinta. A questo evento affianchiamo la consueta Festa di Primavera, la manifestazione di fine anno che si svolgerà giovedì mattina, il 30 maggio, in cui saranno esposti e venduti per autofinanziarci tutti i lavori artigianali realizzati dagli studenti nelle attività laboratoriali curriculari ed extracurriculari. Vi attendiamo, quindi, numerosi".

Potrebbe interessarti

  • Cellulari: alcune funzioni segrete

  • Allergia al nichel: sintomi e cibi da evitare

  • Estate: ogni quanto cambiare lenzuola ed asciugamani

  • Estate: piante da giardino e da terrazzo resistenti al caldo

I più letti della settimana

  • Cellulari: alcune funzioni segrete

  • Droga, ostaggi, pizzo e accordi tra clan: Mazzei sotto scacco

  • Operazione "Hostage", i nomi dei 12 arrestati

  • Arrestato spacciatore: i clienti lo chiamavano “Toretto” da “Fast and Furious”

  • Dentro la classe con gli scooter, due studenti 19enni denunciati

  • Droga, racket e mafia: operazione della polizia stronca gruppo criminale

Torna su
CataniaToday è in caricamento