Attendere un istante: stiamo caricando il video...
Attendere un istante: stiamo caricando il video...

La protesta degli agricoltori in via Etnea: "Vogliamo andare prima in pensione" | VIDEO

Si è svolta a Catania la manifestazione di protesta dei braccianti agricoli che, insieme ai pescatori, chiedono al Governo nazionale modifiche all'età pensionabile

 

Comincia da Catania la protesta della Flai Cgil per chiedere un sistema pensionistico equo che tuteli i lavoratori del settore agroalimentare, molti dei quali stagionali.

“Venerdì terremo un presidio davanti a Montecitorio - spiega il rappresentante Ivana Galli- chiedendo di essere ricevuti dalla Commissione Bilancio, dove sono in discussione gli emendamenti alla legge di Bilancio che riguardano il nostro settore e andremo avanti anche dopo la conclusione del mandato di questo Governo”.

La Flai chiede che l’emendamento che blocca per due anni l’innalzamento dell’età pensionistica in rapporto all’aspettativa di vita venga modificato in modo da potere realmente comprendere i lavoratori agricoli a tempo determinato e quelli della pesca. “Devono essere fatti riferimenti specifici- dice Alfio Mannino, segretario generale della Flai Sicilia- parlando degli operai a tempo determinato e prevedendo per i lavoratori della pesca 9 mesi di continuità lavorativa, che sono quelli effettivamente svolti in un anno. La norma attuale – osserva- pur citando questi lavoratori parla di 6 anni di continuità nel lavoro, irraggiungibili per gli stagionali”. La Flai chiede anche al Governo di inserire il lavoro agricolo tra quelli gravosi, garantendo l’accesso all’Ape sociale agli stagionali a partire dai 63 anni con l’abbassamento da 36 a 30 della contribuzione necessaria.

Potrebbe Interessarti

Torna su
CataniaToday è in caricamento