30 anni di Catania jazz compleanno speciale con Bob james e David sanborn 4et

Con il quartetto di James e Sanborn, in anteprima nazionale, parte il 6 novembre alle Ciminiere di Catania la XXXI stagione della storica associazione concertistica catanese. La programmazione è inserita all’interno del Circuito Jazzistico Siciliano, la rete culturale che condivide alcuni nomi del jazz internazionale facendoli circuitare a Palermo, Catania, Milazzo e Caltanissetta

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di CataniaToday

Con il concerto in anteprima nazionale del quartetto del pianista Bob James e del sassofonista David Sanborn Catania Jazz, la storica associazione concertistica diretta da Pompeo Benincasa, inaugura la trentunesima stagione e festeggia 30 anni di musica: l'associazione nacque, infatti, l'8 novembre 1983. Quello di mercoledì 6 novembre alle Ciminiere di Catania è l'inizio di un nuovo percorso fatto di unione e condivisione, perché si sa, nell'era dei network e della crisi economica è necessario razionalizzare le risorse e unirsi per rafforzarsi. E' per questo motivo che Catania Jazz, da trent'anni leader del settore della musica jazz, è stata capofila nella creazione del Circuito Jazzistico Siciliano, la rete siciliana del jazz e della musica creativa contemporanea, delle associazioni jazzistiche isolane aderenti al Circuito Musicale Siciliano, ad I-Jazz e Europe Jazz Network. Una rete culturale che vede insieme l'associazione Catania Jazz di Catania, titolare dell'omonima stagione, l'associazione Musiche di Palermo, titolare con l'associazione Nomos del cartellone Nomos Jazz, l'associazione Musicarte di Caltanissetta, titolare del cartellone Nissa Jazz, e la cooperativa Arteacapo di Milazzo titolare del cartellone Milazzo Jazz.

Questi quattro cartelloni faranno circuitare una quindicina di eventi musicali, tranne poche eccezioni (e il concerto di Bob James e David Sanborn è una di queste), che potranno sfruttare l'opportunità di ben sei palcoscenici (Teatro Jolly a Palermo, Hotel Sheraton a Acicastello, Ma Musica Arte a Catania, Teatro Margherita a Caltanissetta, e Teatro Trifiletti a Milazzo) dislocati nelle quattro città. Il primo di questi concerti sarà quello del batterista messicano Antonio Sanchez che dall'11 al 14 novembre si esibirà nei teatri del Circuito Jazzistico Siciliano.

«Noi rispondiamo così alla crisi - dichiara Benincasa -, con un quartetto di all stars mai venuto a Catania, in prima nazionale assoluta. Artisti abituati a palcoscenici prestigiosi in tutto il mondo. Ebbene lo sarà anche il palco delle Ciminiere per loro, perché vengono a suonare per una piccola ma prestigiosa associazione conosciuta in tutta il mondo. I loro nomi si aggiungeranno a tutti quelli che hanno fatto la storia del jazz e che per Catania Jazz hanno suonato in questi 30 anni».

Mercoledì 6 novembre, quindi, l'anteprima nazionale del quartetto delle due leggende del jazz americano - il pianista Bob James e il sassofonista David Sanborn - alle Ciminiere di Catania vedrà sul palco due altri giganti quali Scott Colley al contrabbasso e Steve Gadd alla batteria. Bob James e David Sanborn hanno pubblicato in primavera "Quartet Humaine", un album tributo alla figura del pianista Dave Brubeck, e segnatamente al lungo periodo della sua storica collaborazione con il sassofonista Paul Desmond; l'album è la prima collaborazione discografica fra James e Sanborn dal 1986, anno di pubblicazione del fortunatissimo "Double Vision". Questo nuovo cd di "smooth jazz", nel quale la maggior parte delle composizioni sono firmate da James e Sanborn, vede la collaborazione di James Genus al basso e Steve Gadd alla batteria che ritroviamo live anche a Catania.

Bob James, tastiere.

La carriera di Bob James è lunga, variegata e in continua evoluzione. Scoperto da Quincy Jones al Festival Jazz di Notre Dame nel 1963, James ha registrato il suo primo album da solista, "Bold Conceptions", in quell'anno. E' divenuto popolare grazie agli album prodotti da Creed Taylor su etichetta CTI, di fatto dando il "la" a quello che sarebbe poi stato lo "smooth jazz" rileggendo i grandi successi di Paul Simon, Neil Diamond, Maynard Ferguson, e Kenny Loggins. Ù

David Sanborn, sax.

Uno dei sassofonisti di maggior successo commerciale, dal 1975, l'anno del suo primo album "Taking Off" , ha pubblicato 24 album e vinto 6 Grammy Awards, oltre a molti dischi d'oro. Sanborn ha ispirato innumerevoli altri musicisti grazie alle frequentazioni nei più diversi ambiti stilistici, il pop strumentale, l' R & B e ultimamente il jazz "tradizionale".

Mercoledì 6 novembre , in occasione del primo concerto della stagione, l'associazione Catania Jazz ha piacere di festeggiare il suo trentesimo compleanno con il pubblico: dopo il concerto si brinda tutti insieme al Ma Musica Arte.

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
CataniaToday è in caricamento