rotate-mobile
Animali

Parquet ed animali - Convivenza possibile, ecco come

Molto spesso la presenza di un amico a quattro zampe in casa ci fa propendere per un pavimento diverso dal parquet: ma è possibile far convivere i due 'elementi'...

Molto spesso coloro che hanno in casa un animale domestico hanno sempre il dubbio se utilizzare o meno come pavimento il parquet perchè temono che le due cose non si possano conciliare.

Nella realtà si tratta di un binomio possibile. Gli esperti di habitissimo.it ci spiegano come.

Comportamento - In primis è essenziale che l'animale venga correttamente educato a rispettare alcuni semplici regole. Qualche trasgressione può essere concessa, ma bigona insegnarli subito cosa può fare e cosa non può fare. Se non si riesce è preferibile rivolgersi ad un educatore professionale di animali.

Pulizia - Per preservare il parquet in buono stato è necessario che il nostro animale da compagnia sia sempre ben pulito. Dopo una passeggiata in giardino o in giro pulire bene le zampe per eliminare sassolini, terra e sporco ed evitare che finiscano sul parquet. In presenza di parquet è necessario curare anche le unghie dell'animale per evitare che si possano creare graffi troppo profondi.

Essenze - Il parquet rende l'ambiente caldo ed accogliente, caratteristiche che piacciono agli animali, ma per un pavimento resistente bisogna selezionare le essenze giuste. Sopportano bene lo stress dovuto alla presenza di animali rovere, frassino, olmo, doussiè, iroko e teak. Troppo delicate essenze come ciliegio, faggio, larice (dove si vedono in fretta i segni lasciati dai graffi).

Finiture - Per un parquet a prova di animali domestici, oltre all'essenza, è importante la scelta della finitura. Le lavorazioni che permettono di mascherare graffi e piccole imperfezioni sono quelle con effetti rustici come il parquet spazzolato, piallato o segato. Optare per una finitura opaca aiuterà ancora di più a camuffare l'azione dell'animale domestico sul parquet. Come protettivo bisogna puntare sull'oliatura piuttosto che sulla verniciatura (dà un effetto più naturale e si presta facilmente a riparazioni localizzate in caso di macchie di pipì).

Pulizia della pipì - In questi casi bisogna asciugare subito il liquido con carta assorbente e lavare la zona interessata coi prodotti abituali. Se invece per una qualunque ragione la pipì riesce a penetrare tra le fibre del pavimento e porta alla formazione di macchie scure bisognerà effettuare la sostituzione dei listelli. Per evitarlo è sufficiente applicare spesso l'olio protettivo. 

Alternative al parquet - Gres porcellanato effetto legno o il PVC sono materiali di ottima qualità che rappresentano una buona alternativa al parquet perchè sono facili da igienizzare ed abbastanza resistenti ai graffi.

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Parquet ed animali - Convivenza possibile, ecco come

CataniaToday è in caricamento