A pochi mesi dalla scomparsa dell'imprenditore Gaetano Puglisi, il ricordo della famiglia e dei collaboratori

Gaetano Puglisi, storico imprenditore della concessionaria Renault e Dacia per la provincia di Catania, titolare della Autovia Renault Puglisi, è venuto a mancare due mesi fa. La sua famiglia ha pensato che per dare l’ultimo saluto, sarebbe stato giusto che a parlare di lui fossero i suoi collaboratori, colleghi di lavoro

A pochi mesi dalla scomparsa dello storico imprenditore Gaetano Puglisi, il ricordo della famiglia e dei suoi collaboratori.

"Negli ultimi mesi siamo stati costretti a fermarci e a rinchiuderci protetti nelle nostre case, nel frattempo fuori il mondo andava avanti, la vita scorreva e per qualcuno si fermava per sempre. E’ stato così per Gaetano Puglisi, storico concessionario Renault e Dacia per la provincia di Catania, titolare della Autovia Renault Puglisi.Visto che in questi casi risulta difficile scindere l’uomo dall’imprenditore, la sua famiglia ha pensato che per dare l’ultimo saluto, nel riconoscergli lo spazio che avrebbe meritato se ci si fosse trovati in una situazione di normalità, sarebbe stato giusto che a parlare di lui fossero stati i suoi collaboratori, colleghi di lavoro, che negli anni lo hanno potuto apprezzare".

"….L’azienda è stata ed è lo specchio della sua determinazione, della sua voglia di non fermarsi mai davanti a qualunque sfida, della sua passione, la terza figlia, quella prediletta come ogni tanto scherzando gli rimproveravano le figlie Rossana e Alessandra.

Gaetano è stato un uomo coraggioso e tenace, uno dei pochi " Gladiatori " dell'imprenditoria del settore automobilistico, senza azzardare si può definire una forza della natura per aver superato, insieme a tutti noi, le varie crisi del settore. La sua caparbietà  e intraprendenza hanno portato la "creatura" a quella che è oggi un'azienda sana e forte, dando tutto se stesso, con la sua autorità che con il tempo imparavi e capivi che usava per non far trapelare la sua vera essenza.

Non spunterà più all' improvviso con una delle sue tante battute ironiche, ad incoraggiarci nei momenti di difficoltà, trasmettendoci il suo ottimismo ben miscelato con le sue capacità imprenditoriali: dovremo abituarci a non vederlo più in giro per l’azienda, ma siamo certi che rimarrà presente sempre in noi sostenendoci ogni giorno con la stessa passione ed impegno di sempre.

Ci piace ricordare una delle sue tanti frasi: “Siamo condannati a dover essere sempre il numero uno”, per tutti noi lui era un comandante, un numero uno! Grazie per averci fatto fare parte della tua squadra.

Gaetano Puglisi è stato inoltre il riferimento, anche come presidente, dell’associazione dei suoi colleghi concessionari del marchio Renault (UCRI), sempre presente nelle occasioni di dialogo, di lotta, di difesa degli interessi di tutti, “con il suo spirito indomito di siciliano cresciuto all’ombra dell’Etna”. Gaetano ci mancherai tantissimo e ci mancheranno tantissimo i tuoi consigli, eri per tutti noi un punto di forza, ti porteremo sempre come l’esempio di un “vero concessionario”, persona leale e sincera nei rapporti, sempre solare gentile con una enorme vitalità e grande umanità anche con le persone appena conosciute, uomo di elevato acume e pieno di estro. Con lui va via un pezzo importante della vita lavorativa e personale di tutti, galantuomo e persona di valori come pochi, continuerà ad ispirare i passi e le decisioni di noi tutti, si potrebbe scrivere un libro dedicato a te.

Siamo certi che ovunque ti trovi, tu stia conducendo la tua ennesima sfida personale, una nuova impresa e quindi in bocca al lupo!".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, nuova ordinanza: la Sicilia diventa zona gialla

  • Maltempo, danni ad abitazioni nella zona sud di Catania

  • Coronavirus, morto un giovane di 29 anni: era il figlio di un cancelliere del Tribunale

  • Coronavirus, nuova ordinanza di Musumeci: ecco cosa cambia in Sicilia

  • Coronavirus, bimba di 5 anni ricoverata in rianimazione a Catania

  • Tromba d'aria su Catania: danni ad abitazioni, alberi caduti e contatori saltati

Torna su
CataniaToday è in caricamento