Sabato, 24 Luglio 2021
Attualità

Bonus braccianti: via libera dall'Inps, in Sicilia 143 mila lavoratori

Il sindacato Uila: "Nostra vittoria e di tutto il sindacato unitario"

 “Sui portali Inps è finalmente possibile presentare le richieste di bonus per i braccianti. Il provvedimento, fortemente voluto dalla Uila e dal sindacato unitario con le manifestazioni dei mesi scorsi, era stato inserito dal Governo nel Decreto Sostegni Bis. Beneficiari, 143 mila lavoratrici e lavoratori agricoli siciliani che in altre misure di contrasto all’emergenza economica provocata dalla pandemia erano stati discriminati rispetto ad altre categorie di stagionali”. Lo afferma Nino Marino, segretario generale della Uila Sicilia, che sottolinea “la massima disponibilità e il più totale impegno di tutte le nostre sedi per rendere effettivo, concreto, questo diritto con la presentazione corretta e puntuale di tutte le domande”. 

La Uila con Fai e Flai aveva organizzato sit-in nei mesi scorsi davanti a tutte le Prefetture di Sicilia, come nel resto del Paese, per rivendicare “un atto di equità” protestando al grido di “Zero diritti, zero sostegni!”. Le organizzazioni sindacali dei lavori agroalimentari di Uil, Cgil e Cisl con in testa il leader nazionale Uila Stefano Mantegazza avevano ottenuto dall’Esecutivo il riconoscimento di 800 euro “una tantum” per gli operai agricoli che nel corso del 2020 hanno prestato almeno 50 giornate effettive. La norma prevede che al momento della richiesta l’interessato non sia contrattuato a tempo indeterminato né pensionato, non percepisca reddito di emergenza o di cittadinanza, non abbia ricevuto altri bonus Covid. 

Per Nino Marino, il bonus-braccianti “rappresenta una vittoria sindacale ma è necessario ricordare come la Uila con Fai e Flai sia ancora impegnata in trattative con il Governo per ottenere una cassa integrazione stabile in favore dei lavoratori del settore pesca, l’estensione della Naspi ai dipendenti delle cooperative e dei loro consorzi, l’introduzione della clausola di condizionalità sociale nella Politica agricola comune (PAC) e la garanzia di tutele per i lavoratori agricoli nelle zone colpite da calamità naturali, oltre al rinnovo del contratto nazionale dei forestali”.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Bonus braccianti: via libera dall'Inps, in Sicilia 143 mila lavoratori

CataniaToday è in caricamento