Sabato, 24 Luglio 2021
Attualità

Assegno per i figli, dal 1 luglio al via le richieste

Ne dà notizia la Uil. L’Inps, infatti, ha reso ora disponibile la procedura telematica di caricamento delle istanze

“Da domani, primo luglio, gli uffici di servizio Uil potranno finalmente dare il via alle richieste di assegno-figli. L’Inps, infatti, ha reso ora disponibile la procedura telematica di caricamento delle istanze per le quali siamo già da tempo impegnati con i nostri sportelli Caf, per il calcolo dell’Isee, e del patronato Ital”. Lo afferma la segretaria generale della Uil etnea, Enza Meli, che aggiunge: “Ribadiamo, così come avevamo fatto a poche ore dall’approvazione del provvedimento, che la priorità massima alla più corretta e celere di queste pratiche. Per noi della Uil, infatti, è necessario rendere concreta una misura che risponde a imprescindibili esigenze di sostegno alle famiglie catanesi, specie in questo momento così difficile dal punto di vista economico e sociale”.

Per i nuclei con livelli Isee fino a 7 mila euro, l’assegno sarà di 167,5 euro per ciascun figlio in famiglie sino a due figli. Da tre figli in su, l’importo aumenta a 217,8 euro. Queste cifre vengono ridotte per Isee superiori a 7 mila euro, mentre non è dovuto nulla a quanti superano la soglia di 50 mila euro. È prevista una maggiorazione di 50 euro per ciascun minore disabile. La misura di sostegno è destinata a disoccupati e percettori di Reddito di cittadinanza, oltre che ai lavoratori autonomi. I lavoratori dipendenti, invece, otterranno una maggiorazione di 37,5 euro al mese fino a due figli. Settanta euro in più per i nuclei familiari con tre o più figli. L’assegno temporaneo è compatibile con il Reddito di cittadinanza e con la fruizione di eventuali altre misure in denaro a favore dei figli a carico erogate da Regioni ed Enti locali. I richiedenti devono essere cittadini italiani, europei, extraeuropei, titolari di permesso di soggiorno anche per motivi di lavoro o ricerca di durata almeno semestrale.

Le richieste possono essere inoltrate entro e non oltre il 31 dicembre. Per quelle presentate entro il 30 settembre 2021, saranno corrisposte le mensilità arretrate a partire dal mese di luglio 2021. Successivamente al 30 settembre 2021 – specifica l’Inps in una nota – la decorrenza della misura corrisponderà al mese di presentazione della domanda.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Assegno per i figli, dal 1 luglio al via le richieste

CataniaToday è in caricamento