Giovedì, 23 Settembre 2021
Attualità

Assotir, Pino Bulla risponde all'assessore Lagalla

Il presidente Centro Studi Assotir Sicilia interviene sulla questione dei corsi per autisti tir e mezzi pesanti

"Rimango basito leggendo il comunicato dell'ufficio stampa della Regione Siciliana che ritengo una stilettata da parte dell'assessore regionale alla Formazione. L'assessore esprime pareri e giudizi farneticanti nei miei confronti senza averlo mai contattato o coinvolto nel mio lavoro di rappresentante europeo del settore dell'autotrasporto merci in conto terzi, oltre che competente a livello nazionale e regionale. A tal scopo si vedano i riconoscimenti ricevuti sin dagli anni '80 a oggi". Così inizia la nota di Pino Bulla, presidente del Centro Studi Assotir Sicilia che risponde all'assessore regionale Lagalla.

"Potrei continuare ma poiché l'assessore è, per motivi istituzionali, vicino al presidente Musumeci avrebbe potuto informarsi anziché comportarsi da persona su di giri e senza stile. La missiva da me inviata pochi giorni fa al presidente Musumeci era priva di qualunque attacco e, col garbo che credo di aver saputo dimostrare in più di quarant'anni di lavoro, intendeva sottolineare le difficoltà che stanno vivendo le imprese dell'autotrasporto in tutto il territorio nazionale, spesso con veicoli industriali fermi per mancanza di personale qualificato come i conducenti dei tir. Avevo ritenuto opportuno citare l'operato della regione Lombardia visto che ha messo in campo, di recente, importanti aiuti economici a favore delle aziende che assumono personale specializzato e ciò in concomitanza a ulteriori risorse destinate a soggetti in difficoltà economiche al fine di acquisire i titoli necessari (anche) a tali assunzioni. Che si sbandierino bandi tout court, transeat, perché la realtà ha un linguaggio chiaro, deciso e differente: la logistica, anche quella siciliana, scarseggia di personale viaggiante. Grato sempre al presidente Musumeci per la sua cortese attenzione"

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Assotir, Pino Bulla risponde all'assessore Lagalla

CataniaToday è in caricamento