Attualità

Mobilità, approvato progetto della nuova linea BRT Centro - Cannizzaro

Una nuova linea del Bus Rapid Transit (BRT) collegherà velocemente il centro della città di Catania all’ospedale Cannizzaro attraversando trasversalmente l’area urbana

Una nuova linea del Bus Rapid Transit (BRT) collegherà velocemente il centro della città di Catania all’ospedale Cannizzaro attraversando trasversalmente l’area urbana. La Giunta comunale presieduta dal sindaco Salvo Pogliese su proposta dell’assessore alla mobilità Pippo Arcidiacono ha approvato e deliberato il relativo progetto realizzato dall’Azienda Metropolitana Trasporti guidata dal presidente Giacomo Bellavia e dai consiglieri di amministrazione Agata Parisi e Alessio Zizzo.

Comune e Amt hanno quindi deciso di puntare nuovamente sul servizio su corsie preferenziali protette da cordoli, riprendendo il sistema della linea BRT1 già istituita con successo nel 2013 dall’allora Giunta Stancanelli, dal parcheggio Due Obelischi a piazza Stesicoro e su cui in questi giorni sono in corso di ripristino e adeguamento per aumentare la velocità della linea stessa, fruita ogni giorno da migliaia di catanesi che dal nord della città si recano in centro.

“Con il nuovo BRT 5 che ha un percorso lungo 16 km quasi tutti protetti -ha spiegato il sindaco Pogliese- la città di Catania viene dotata di un percorso innovativo di trasporto pubblico che attraverserà la città e punterà a servire la direttrice nord-est città-centro, collegando l'ospedale Cannizzaro, il parcheggio di scambio Sanzio e il futuro parcheggio scambiatore "Acicastello", che sorgerà in via Acicastello. Ringrazio per questo lavoro di sinergia gli assessori Parisi e Arcidiacono e il presidente dell’Amt Bellavia con tutto il cda e i tecnici, che si stanno adoperando per migliorare e incentivare l’utilizzo del trasporto pubblico”

L’Azienda Metropolitana Trasporti, soggetto attuatore, per la realizzazione del progetto che prevede un investimento di circa 752mila euro, utilizzerà i fondi previsti dal POC Metro 2014-2020: “Abbiamo attinto - ha detto l’assessore alle politiche comunitarie Sergio Parisi- da un canale di finanziamento specifico destinato alla creazione di itinerari protetti con potenziamento e l’adeguamento dei nodi di interscambio modale per la nuova rete di linee di Bus Rapid Transit, che grazie alla convenzione stipulata all’Amt come soggetto attuatore dei progetti della mobilità, ci consente un espletamento rapido delle procedure”.

“La linea BRT5 fa parte della nuova Rete di trasporto pubblico cittadino elaborata dal’Amt in sintonia con il Comune -ha detto l’assessore Arcidiacono- pone al centro del sistema proprio le linee rapide, che saranno il perno anche del trasporto integrato con gli altri sistemi già esistenti e con quelli in via di realizzazione nell’area della Città Metropolitana”.

Oltre a ottimizzare la rete attuale attraverso la riduzione delle linee attualmente attive, l’innovativo progetto prevede l’istituzione di altre tre linee di BRT (BRT2, BRT3 e BRT4) che collegheranno a raggiera i quartieri periferici della città con il centro del capoluogo etneo.

La BRT5 è quindi la seconda dopo la BRT1, ed è stata a sua volta progettata per garantire il più possibile tempi di percorrenza certi e velocità commerciale vicini alle medie nazionali. Verranno realizzate corsie riservate e protette con la installazione di cordoli, rotatorie, un sistema “intelligente” di semafori dedicati per garantire priorità negli incroci viari, oltre all’adeguamento delle carreggiate stradali per assicurare moduli di corsia più appropriati che azzerino perdite di tempo e consentano la fluidificazione del traffico veicolare, garantita anche dall’installazione della segnaletica verticale e orizzontale.

“Dopo l’approvazione della Giunta comunale -spiega il presidente Bellavia- il prossimo step è la gara d’appalto che indiremo, come soggetto attuatore, in tempi brevissimi. Già i nostri uffici sono al lavoro per completare l’istruttoria ed essere pronti il prima possibile. La durata dei lavori non dovrebbe essere superiore ai sei mesi così da poter offrire ai cittadini il nuovo servizio già nelle prime settimane del 2022. Siamo molto soddisfatti -conclude- e ringraziamo per questa rapidità l’Amministrazione Comunale del sindaco Pogliese che condivide e ci supporta nei nostri sforzi quotidiani finalizzati a offrire agli utenti servizi sempre più efficienti e competitivi”.

La linea del BRT 5 si svilupperà lungo il seguente percorso: Piazza Repubblica – Corso Sicilia – Piazza Stesicoro – via Etnea – via Umberto – viale Libertà - viale Vittorio Veneto – via Donato Bramante – via Gustavo Vagliasindi – piazza Michelangelo – via Raffaello Sanzio – parcheggio scambiatore “R.Sanzio – viale R. Sanzio – via Vincenzo Giuffrida – viale Marco Polo – viale Ulisse – torna indietro altezza via Caboto – via Gianpaolo La Rocca – via Bartolomeo Altavilla – via Vescovo Maurizio – via Alfred Rittman – viale Giuseppe Lainò – viale Enzo Longo – ospedale Cannizzaro - viale Paul Percy Harris – via Nazionale – via Messina – viale Ulisse – viale Marco Polo – via Vincenzo Giuffrida – viale Raffaello Sanzio – via Oliveto Scammacca – via Gabriele D’Annunzio – viale Vittorio Veneto – corso Italia – viale XX Settembre – via Etnea – piazza Stesicoro – Corso Sicilia – Piazza Repubblica.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Mobilità, approvato progetto della nuova linea BRT Centro - Cannizzaro

CataniaToday è in caricamento