Carlo Calenda al Palazzo Biscari presenta il suo libro “I Mostri”

Carlo Calenda a Catania, accolto da Francesco Italia e dai tantissimi iscritti, simpatizzanti e curiosi per la presentazione del suo nuovo libro “I Mostri”, edito da Feltrinelli

Carlo Calenda a Catania, accolto da Francesco Italia e dai tantissimi iscritti, simpatizzanti e curiosi per la presentazione del suo nuovo libro “I Mostri”, edito da Feltrinelli. Palazzo Biscari, gioiello nel cuore di Catania, non è stato solo cornice, ma co-protagonista. “Riunire politica e pensiero è importante tanto quanto rimettere insieme politica e tecnica di governo”. Il libro, manifesto politico, sviscera alcuni temi fondamentali del pensiero di Calenda e degli azionisti, attraverso ricostruzioni storico-sociali e analisi contemporanee. I Mostri risponde al “perché” ci troviamo nell’attuale situazione di declino culturale e dell’informazione, di paralisi politica, di pessimismo per il futuro delle prossime generazioni (Cronos che mangia i suoi figli). Questi sono i mostri che abbiamo in testa, non le persone, ma i preconcetti che demoliscono alla base il funzionamento della democrazia. Il Leader di Azione aveva bisogno di ritornare sul territorio. Presenti i due sindaci siciliani, co-promotori del partito, Francesco Italia (SR) e Giangiacomo Palazzolo (Cinisi), cui si è da poco unito anche il Sindaco di Ferla(SR), comune virtuoso, Michelangelo Giansiracusa. Centrale il ruolo dei referenti dei Comitati territoriali della provincia di Catania: Lucia Tuccitto, Giuseppe Samperi, Carmelo Finocchiaro, Settimo Minnella Lanfranco Zappalà, Raimondo Modica, Alberto Spitale, Angelo Russo. Azione, infatti, si è strutturata in questi mesi attraverso dei comitati territoriali, all’interno dei quali è stato possibile iniziare a tessere un dialogo proficuo per lavorare a delle proposte di partito. Rilevante la presenza di tanti- giovani- adulti, che smentisce l’idea per cui gli under 30 siano indifferenti alla politica. Tra i temi affrontati, quello della rappresentanza politica nazionale e regionale, votata molto spesso prescindendo dal senso critico; della mancanza di investimenti pubblici oculati nei settori di sanità e istruzione, insieme allo scarso rendimento della p.a. incapace di gestire i propri fondi. Calenda sottolinea più e più volte la necessità di tornare a parlare di temi, di aderire a un Partito per le idee e non per una storia ormai passata, di ricostruire un senso identitario nazionale, combattendo l’idea-mostro per cui parlare di identità è sintomo di sovranismo. Questi i suoi obiettivi: “l’Italia è più forte di chi la vuole debole” sono state le parole conclusive dell’intervento. Prossimo appuntamento a Siracusa, l’11 Luglio alle ore 19,00 per la presentazione del libro, che si svolgerà presso il Consorzio Plemmirio, Ortigia, via Gaetano Abela, 6 Castello Maniace.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Cancro al colon-retto, nuova tecnologia per la diagnosi precoce

  • Dopo una festa alla Playa accusa i sintomi del Coronavirus, minorenne positivo in isolamento domiciliare

  • Aeroporto, hostess con febbre: attivata la procedura di biocontenimento

  • Allerta meteo arancione su Catania per possibili temporali

  • Coronavirus, in Sicilia 7 nuovi contagi: 6 sono nel catanese

  • Incidente autonomo sull'asse dei servizi, un ferito grave

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
CataniaToday è in caricamento