Cartolina spaziale, Parmitano saluta la sua Sicilia "spolverata" di nuvole

"Come zucchero a velo, nuvole di bel tempo spolverano di bianco le terre della mia infanzia". Cosi' Luca Parmitano, nato a Paternò, saluta la sua Sicilia dalla Stazione Spaziale, a circa 400 chilometri di quota

Luca Parmitano ha inviato a Terra la prima cartolina della Sicilia, sua terra natale, da quando il 20 luglio ha iniziato la missione Beyond, la seconda per l'astronauta dell'Agenzia Spaziale Europea (Esa) e colonnello dell'Aeronautica Militare a bordo della Stazione Spaziale Internazionale (Iss). "Come zucchero a velo, nuvole di bel tempo spolverano di bianco le terre della mia infanzia". Cosi' Luca Parmitano, nato a Paternò, saluta la sua Sicilia dalla Stazione Spaziale, a circa 400 chilometri di quota.

La foto, pubblicata su Twitter, mostra l'isola con un cielo estivo quasi interamente sgombro di nuvole. AstroLuca aveva già annunciato l'invio della prima foto della sua Sicilia nel corso della sua prima conferenza stampa dalla Stazione Spaziale, organizzata il 29 luglio dall'Esa presso il Museo Nazionale della Scienza e della Tecnologia "Leonardo da Vinci" di Milano.

"Sono già passato due volte sopra la Sicilia. Presto vedrete le foto. Qui c'è, infatti, la fila per mandare giù le immagini", aveva promesso rispondendo ai giornalisti. Una promessa appena mantenuta.

Schermata 2019-07-30 alle 15.45.14-2

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Mafia: maxi confisca da 31 milioni a Guglielmino, il "re" dei supermercati

  • Coronavirus, morto l'avvocato Ferlito: per lui era stato lanciato un appello ai donatori di plasma

  • Operazione antimafia, 12 “piazze di spaccio” di San Giovanni Galermo nel mirino dei carabinieri

  • Covid, Musumeci: "Negozi chiusi la domenica, non ci possiamo permettere assembramenti"

  • Blitz dei carabinieri grazie a collaboratore di giustizia: era il nuovo reggente del clan Nizza

  • Disposizioni anticovid, i carabinieri controllano gli spostamenti tra comuni

Torna su
CataniaToday è in caricamento