rotate-mobile
Venerdì, 19 Agosto 2022
Attualità

Classifica delle migliori Università italiane, flop Unict: penultima tra i grandi atenei

È quanto emerge dal 22esimo rapporto Censis. Con un punteggio di 78,3, l'Ateneo etneo perde tre posizioni rispetto al 2021 e fa meglio soltanto dell'Università di Messina, ultima. Allarme immatricolazioni al Sud: nell'anno accademico 2021/22 registrati 4.900 iscritti in meno

Anche quest’anno è disponibile la Classifica Censis delle Università italiane, giunta alla sua ventiduesima edizione: uno strumento che è stato creato per fornire orientamenti alle scelte di tutti gli studenti pronti a intraprendere la carriera universitaria. L'Università di Catania si piazza al penultimo posto (tre posizioni in meno rispetto al 2021) tra i grandi atenei statali (da 20.000 a 40.000 iscritti) con un punteggio di 78,3, facendo meglio solo dell'Università di Messina, ultima con un punteggio di 75,8.

I criteri di valutazione 

La classifica stilata dal Censis si fonda su un’articolata analisi del sistema universitario italiano (atenei statali e non statali, divisi in categorie omogenee per dimensioni) basata sulla valutazione delle strutture disponibili, dei servizi erogati, del livello di internazionalizzazione, della capacità di comunicazione 2.0 e della occupabilità.

Immatricolazioni: crollo nel Sud Italia

Il paventato crollo delle immatricolazioni per effetto della crisi pandemica, evitato l’anno precedente grazie alle misure emergenziali messe in atto per contrastarlo, si è verificato nell’anno accademico 2021-2022, quando i nuovi iscritti si sono ridotti del 2,8%. Una variazione che equivale a 9.400 studenti in meno, la cui decisione di non iscriversi è il risultato di criticità congiunturali e di iniquità strutturali, che condizionano l’accesso alla formazione universitaria.

Sono di più i maschi (-3,2%) delle femmine (-2,6%) a decidere di non proseguire gli studi. E sono gli atenei del Sud a registrare la variazione negativa più marcata: -5,1%, equivalente a oltre 4.900 immatricolati in meno. Seguono gli atenei delle regioni del Centro (-2,9%) e del Nord-Ovest (-2,3%). Quelli del Nord-Est (-0,1%) sono gli unici a registrare una stabilità nelle nuove iscrizioni rispetto all’anno precedente.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Classifica delle migliori Università italiane, flop Unict: penultima tra i grandi atenei

CataniaToday è in caricamento