Mercoledì, 16 Giugno 2021
Attualità

La pandemia allenta la morsa, Liberti: "Riconversione dei reparti Covid"

"E' diminuita la pressione sulle strutture ospedaliere e pertanto si è ritenuto opportuno liberare risorse in termini di personale  e posti letto da destinare a patologie no-covid. Le aziende ospedaliere - spiega il commissario -  continueranno ad avere aree di degenza covid ma ridimensionate"

Graduale ritorno alla normalità: dall'assessorato regionale della Salute arriva il via libera al ripristino delle attività assistenziali. A dare l'input nei giorni scorsi il commissario ad acta emergenza Covid Area metropolitana di Catania, Pino Liberti, visto il miglioramento della situazione epidemiologica. Il commissario nei giorni scorsi aveva riunito i direttori generali delle aziende ospedaliere e sanitarie per condividere la necessità, non oltre rinviabile, di convertire i posti covid per rispondere alla richiesta pressante di ricoveri ordinari da parte delle aree di emergenza.

Dice Liberti: "E' diminuita la pressione sulle strutture ospedaliere e pertanto si è ritenuto opportuno liberare risorse in termini di personale  e posti letto da destinare a patologie no-covid. Le aziende ospedaliere - spiega il commissario -  continueranno ad avere aree di degenza covid ma ridimensionate". Nello specifico rimarranno, destinati al covid, 50 posti letto al San Marco; 45 al Cannizzaro; 46 all'Arnas Garibaldi; 18 ad Acireale; 24 a Biancavilla".

Complessivamente rimarranno attivi 44 posti letto in terapia intensiva. Conclude il commissario: "Siamo ottimisti e felici di potere tornare a rispondere alle esigenze degli utenti in una condizione di maggiore serenità, mentre continua la campagna vaccinale con una adesione importante, che ci auguriamo non rallenti, anzi vada avanti con questo ritmo e questi risultati”.                           

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

La pandemia allenta la morsa, Liberti: "Riconversione dei reparti Covid"

CataniaToday è in caricamento