Attualità

Ferragosto in sicurezza, task force della guardia costiera

Nell'ambito dell'operazione “mare sicuro”, continuano i controlli in materia di demanio, ambiente, diporto, sicurezza e salvaguardia della vita umana in mare, anche verificando gli stabilimenti balneari a tutela delle attività turistiche

In questi giorni di agosto, nell’ambito  dell’operazione “Mare Sicuro”, che vede da oltre trent’anni la Guardia Costiera ogni estate al fianco dei cittadini e dei turisti che scelgono le coste e i mari italiani per le proprie vacanze, è stato preparato un dispositivo, che assumerà il massimo livello di prontezza operativa in questo weekend di ferragosto, a garanzia della sicurezza in mare, pronti a intervenire in caso di emergenze, che prevede una intensificazione dei controlli con 40 unità navali, 2 elicotteri, 2 aerei, pattuglie di vigilanza da terra e personale nelle sale operative in turno h24 negli uffici delle Capitanerie di porto, con centinaia di uomini e donne impegnati lungo i 650 chilometri di coste della Sicilia orientale, comprese le Isole Eolie, a garanzia della sicurezza in mare. I militari, già quotidianamente impegnati dallo scorso 19 giugno nella più ampia operazione “mare sicuro”, continuano i controlli in materia di demanio, ambiente, diporto, sicurezza e salvaguardia della vita umana in mare, anche verificando gli stabilimenti balneari a tutela delle attività turistico-balneare. In particolare, l’attività per questo fine settimana di ferragosto proseguirà sempre con i consueti compiti ma con un apparato opportunamente rinforzato, in funzione dell’elevato numero di utenti del mare previsto in questi giorni di ferragosto. Nel raccomandare a tutti i cittadini la massima prudenza, in mare e sulle spiagge si ricorda che tutte le segnalazioni di emergenze in mare e sulle spiagge, per una pronta risposta operativa possono essere segnalate attraverso il numero blu 1530 ‘ Emergenza in mare’.- Nell’ambito della Campagna di comunicazione, incentrata sulla valorizzazione delle regole e delle buone norme da seguire in un periodo in cui l’affluenza in mare e sulle spiagge cresce in maniera esponenziale e aumenta il rischio di incidenti, la Guardia costiera raccomanda l’osservanza di semplici regole attraverso delle  “pillole di sicurezza” per diportisti, subacquei e bagnanti.

Pillole bagnanti

E’ sempre meglio fare il bagno con un amico per non trovarsi da soli in caso di difficoltà. Anche se siete dei buoni nuotatori, non sforzate il vostro fisico. Non nuotare per lunghe distanze da soli per scongiurare situazioni di emergenza impreviste. Non fare il bagno se non siete in perfette condizioni psicofisiche. Non entrare in acqua quando è esposta la bandiera rossa. Se non sapete nuotare, di bagnarvi esclusivamente in acqua molto basse. Non allontanarvi oltre le boe che delimitano la zona di sicurezza per la balneazione. Non allontanarvi dalla spiaggia oltre cinquanta metri usando materassini, ciambelle, galleggianti o piccoli canotti gonfiabili, in particolare quando il vento spira da terra. Evitare di tuffarvi dagli scogli o in acque basse. Consultare le ordinanze locali di sicurezza emesse dalla Capitaneria di Porto e le condizioni meteo previste nella zona di mare in cui vi trovate.  

Pillole Sub

Verificare l'efficienza dell'attrezzatura per le immersioni subacquee. E' opportuno portare a seguito un kit di riparazione Le immersioni subacquee in luoghi conosciuti diminuisce il rischio di inconvenienti Prima di un'immersione subacquea, di consultare le condizioni meteo marine in zona Prepararvi alle immersioni subacquee, iscrivendosi a un corso che preveda lezioni teoriche e pratiche E’ importante sottoporsi a visita medica per immergersi sott'acqua, mantenendo sempre una buona forma fisica con allenamenti specifici e mirati Se si vogliono visitare grotte o relitti, vi ricordiamo di frequentare corsi specialistici per acquisire le necessarie competenze per non perdere l’orientamento  

Pillole diportisti

Prima di uscire in mare controllate di avere carburante a sufficienza per l’andata e il ritorno, tenendo in considerazione eventuali imprevisti , sempre possibili in mare. Controllare le attrezzature di sicurezza e marinaresche, le dotazioni di bordo in relazione alla navigazione da svolgere e al numero delle persone a bordo. Controllare sempre lo stato di carica delle batterie, se esistenti a bordo, e il funzionamento dell’eventuale radiotelefono. Controllare periodicamente l’efficienza del motore. Verificare sempre le condizioni meteomarine sulla rotta da percorrere. Informarvi sugli eventuali ostacoli alla navigazione come secche, scogli semi affioranti, e correnti . Informare familiari, amici o conoscenti, in merito alla navigazione da effettuare indicando anche l’ora prevista per il rientro. Spegnere il motore e usare i remi quando siete nella fascia dei 300 metri dalla spiaggia o in specchi acquei in cui vi sono bagnanti. Non trasportare mai un numero di persone superiore a quello per cui la barca è abilitata e di distribuire bene il carico a bordo. Fare attenzione alle boe dei subacquei moderando la velocità e transitando a più di 100 metri di distanza Consultare le ordinanze di sicurezza emesse dalle locali Capitanerie di Porto.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Ferragosto in sicurezza, task force della guardia costiera

CataniaToday è in caricamento