rotate-mobile
Domenica, 29 Maggio 2022
Attualità

Il Green pass resterà in vigore almeno fino all'estate del 2023

Lo rivela il quotidiano spagnolo El País citando fonti dell’Ue. L'estensione dovrebbe essere approvata in settimana

Chi sogna l’abbandono del Green Pass potrebbe rimanere deluso. Il passaporto vaccinale pensato per femrare la diffusione del Covid-19 potrebbe continuare a far parte della nostra quotidianità almeno fino all’estate del 2023. Lo afferma il quotidiano spagnolo El País citando fonti dell'Ue secondo cui la Commissione europea prevede di approvare in settimana l’estensione del certificato necessario per gli spostamenti tra Paesi membri fino al 30 giugno 2023, e non più lo stesso giorno del 2022 come previsto al momento.

"Dobbiamo riconoscere che, con l'attuale sviluppo della pandemia, potremmo aver bisogno di farne uso per almeno un altro anno", dicono le fonti, sostenendo che "se gli Stati membri continuano a richiederlo ai cittadini per facilitare i viaggi" è necessario essere in grado di fornire loro questa opzione. Inoltre, le stesse fonti sottolineano come la misura che sarà decisa da Bruxelles non riguardi l’uso del certificato all’interno agli Stati, ch ecompete ai governi nazionali, ma l’utilizzo negli spostamenti tra Paesi membri.

La Commissione intende presentare la proposta di una proroga di un altro anno, fino al 30 giugno 2023, insieme ad altri emendamenti minori al certificato, come alcune misure riguardanti i test diagnostici. La proposta deve essere accompagnata da un rapporto che giustifichi la necessità delle modifiche legislative, che l'esecutivo Ue deve avere pronto entro il 31 marzo. Deve poi passare attraverso la procedura legislativa prima del 30 giugno, quando scade l'attuale termine di validità del certificato Covid.

Questo mese l'Unione europea ha stabilito che i viaggiatori in possesso di un certificato verde valido non dovrebbero essere soggetti a ulteriori restrizioni di circolazione. Le raccomandazioni sono entrate in vigore il primo febbraio. In pratica si dovrebbe passare da un regime di restrizioni basato sull'area di provenienza a uno fondato sulla persona e sul suo stato di protezione dal covid, utilizzando il certificato covid come garanzia sanitaria. Inoltre, è stato anche concordato che la validità di questo passaporto scadrà per coloro che non hanno ricevuto la dose di richiamo dopo nove mesi.

Fonte: Today.it

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Il Green pass resterà in vigore almeno fino all'estate del 2023

CataniaToday è in caricamento