Attualità

Porto di Catania, dal Piano nazionale oltre 100 milioni per consolidamento diga e efficienza energetica

L'autorità portuale con una nota comunica gli importi degli ulteriori finanziamenti stanziati dal fondo complementare al Pnrr

"Grazie ai costanti e costruttivi rapporti fra i vertici dell’Autorità di sistema portuale del mare di Sicilia orientale ed il ministero dei Trasporti, oggi Ministero delle Infrastrutture e delle Mobilità Sostenibili, oggi l’AdSP del mare di Sicilia orientale è tra le prime Autorità a muoversi con rapidità verso progetti che ricalchino una crescita sostenibile nel rispetto dei criteri di rilevanza, efficienza, efficacia, impatto e sostenibilità, voluti dalla Comunità Europea". L'autorità portuale con una nota comunica gli importi degli ulteriori finanziamenti stanziati dal fondo complementare al Pnrr: Il Porto di Catania sarà interessato dal consolidamento e ricarica della mantellata della diga foranea del porto e il rafforzamento e potenziamento della testata, per 70 milioni di Euro, mentre 56,50 milioni di euro serviranno per l'elettrificazione delle banchine.

Al Porto di Augusta invece sono previste: l'elettrificazione delle banchine del Porto Commerciale per un finanziamento di 32,6 milioni di euro. Oltre a quanto sopra riportato, il porto Megarese vedrà anche iniziare i lavori per il completamento della diga foranea, suddivisi in due lotti. Per il primo lotto l’AdSP ha già stanziato dai propri fondi l’intero importo di 52,9 milioni di euro. Successivamente, tali opere sono state inserite, su precisa richiesta dell’allora presidente Annunziata, nel finanziamento previsto dal Decreto Ministeriale n. 353 del 13 agosto 2020. Tale circostanza consentirà di spostare sul secondo lotto parte della disponibilità per un ammontare di circa 41 milioni di euro. Quanto detto garantirà la ricostruzione della diga foranea dopo un ventennio dalla sua costruzione, con l’ulteriore ed evidente vantaggio di garantire la sicurezza del porto. Dar vita a cantieri di così grandi dimensioni ha un duplice significato, da un lato ciò implica la creazione di occupazione e dall’altro l’acquisizione di ulteriore e maggiore competitività che comporterà un aumento dei traffici commerciali.

Inoltre L’ente risulta assegnatario per oltre 5 milioni di euro del “Programma di Azione e Coesione “Infrastrutture e Reti" 2014-2020 Asse A “Digitalizzazione della Logistica” per il progetto “Ecosistema digitale Smart Port”, classificatosi primo in assoluto tra tutti i progetti presentati ed ammessi a finanziamento. Risultato che ha avviato un importante e virtuoso processo di digitalizzazione. Sempre sul “Programma di Azione e Coesione “Infrastrutture e Reti” 2014-2020 Asse D “Green Ports” l’Ente risulta assegnatario di un finanziamento per oltre un milione e duecentomila euro per la realizzazione di impianti fotovoltaici su pensiline ombreggianti, per la produzione di energia elettrica da fonti rinnovabili nelle aree parcheggio pressi i porti di Augusta e Catania. "Dopo un lungo periodo di difficoltà legato allo stallo, si potrà oggi cominciare a guardare al futuro con ritrovato ottimismo - si legge nella nota - che differentemente dal passato poggerà su progetti ed opere. Il Commissario Chiovelli unitamente alla Segreteria Tecnica che lo ha supportato è dunque estremamente compiaciuto dell’obiettivo pubblico conseguito".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Porto di Catania, dal Piano nazionale oltre 100 milioni per consolidamento diga e efficienza energetica

CataniaToday è in caricamento